L’Atalanta non vuole aspettare e allora non perde tempo. Una stagione da affrontare da protagonista in Serie A, ma anche e soprattutto in Champions League. Con alla guida Gian Piero Gasperini, la società orobica adesso ha iniziato a muoversi con forza e concretezza in sede di calciomercato. Un modo per anticipare i tempi e dare i primi rinforzi al tecnico di Grugliasco in anticipo rispetto all’inizio del ritiro estivo programmato per l’11 luglio.

Muriel all’Atalanta dal Siviglia

Il primo colpo dell’Atalanta si chiama Luis Muriel. E il presidente Antonio Percassi aveva, nelle scorse settimane, anticipato la strada da intraprendere sul mercato, facendo anche il nome del colombiano: “Serve esperienza e qualità per la Champions, l’Ajax sarebbe un modello da copiare. Alla fine è importante portare a Bergamo giocatori di qualità e di prospettiva. Se capita il colpo alla Ilicic lo facciamo domattina, ma il mercato europeo non è semplice ed è cambiato. Il mercato inglese ha fatto sballare tutto, con cifre difficili da sopportare. Non è facile portare a casa giocatori di qualità.

Pavoletti mi piace? È un giocatore fortissimo. Ma non so nemmeno se è sul mercato. Muriel? Credo che lo riscatterà la Fiorentina, ma è un giocatore forte”. E invece la società viola non ha esercitato il diritto di riscatto, così l’Atalanta ne ha approfittato e ha chiuso l’accordo col Siviglia. Operazione da 18 milioni di euro (15 più 3 di bonus). Contratto quinquennale per l’attaccante da 1,5 milioni a stagione più bonus.

Obiettivi Ferrari e Malinovskyi

Ma l’Atalanta non si ferma e adesso si punta a mettere a segno un colpo negli altri reparti. In difesa l’obiettivo individuato da Gasperini è quello di Gianmarco Ferrari, centrale difensivo del Sassuolo, autore anche di 4 gol nella stagione appena conclusa. La sua valutazione è superiore ai 12 milioni di euro, ma i buoni rapporti tra le due società potrebbero favorire l’operazione.

Per il centrocampo invece, il mirino è spostato ormai da diversi giorni sull’ucraino Ruslan Malinovskyi del Genk. I rapporti tra il classe 1993 e il club belga sono deteriorati, come da lui stesso confermato nell’intervista ai microfoni di Het Nieuwsblad: “So che c’è un’offerta dell’Atalanta, come può il Genk chiedere certe cifre? Inoltre la proposta è superiore rispetto a quella presentata da una squadra spagnola un anno fa. Mi stanno ingannando”. L’Atalanta è pronta a chiudere l’operazione sui 15 milioni di euro, mentre il Genk ha alzato la posta chiedendo 20 mln.

Da ultimo, manca l’ufficilità per la permanenza all’Atalanta di Mario Pasalic. Secondo quanto riportato da Sky Sport, infatti, è stata raggiunta l’intesa con il Chelsea, proprietario del cartellino, per il rinnovo del prestito del centrocampista croato per un’altra stagione.

LE ULTIME NOTIZIE SULL’ATALANTA