Uno dei migliori talenti emergenti del calcio italiano è sicuramente Sandro Tonali. Classe 2000, alla sua prima esperienza in Serie A ha mostrato subito grande personalità con la maglia del Brescia. Di lui si parlava un gran bene già quando giocava nel campionato cadetto con le Rondinelle ma quest’anno si è consacrato nel grande calcio. Nonostante il club di Cellino sia ultimo in classifica con 16 punti, a meno nove dalla salvezza, il centrocampista ha dimostrato di essere pronto già per meritare palcoscenici importanti. Per questo motivo, soprattutto in caso di retrocessione, la sua cessione appare scontata.

Brescia pronto a cedere Tonali

Il Brescia è pronto a trattare la cessione di Sandro Tonali. Già la scorsa estate il centrocampista era finito nel mirino di diversi club, italiani e esteri, ma il patron, Massimo Cellino, ha rifiutato ogni proposta. L’obiettivo era quello di cercare di far alzare ulteriormente il prezzo. La cessione sempre più probabile e la crisi che ha colpito anche il mondo del calcio in questi mesi, però, ha giocato contro le Rondinelle. Per questo motivo, difficilmente sarà ceduto per una cifra superiore ai 40 milioni di euro. Il suo futuro potrebbe essere sempre in Italia, con l’Inter in pole position. I nerazzurri sono in vantaggio rispetto alla Juventus, l’altro club che ha mostrato maggiore interesse. Non è escluso che possa essere inserita una contropartita tecnica per abbassare l’esborso economico. In questo senso, occhio al cartellino di Andrea Pinamonti, pronto a tornare in nerazzurro dopo l’avventura negativa al Genoa. Conte e Marotta sono pronti a puntare sul classe 2000, completando un centrocampo già a forti tinte azzurre con Sensi, Barella e Gagliardini.

Parla l’agente

Sandro Tonali - Brescia

Anche l’agente di Sandro Tonali, Beppe Bozzo, ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, ha ammesso come il futuro del centrocampista, pur lontano da Brescia, potrebbe essere ancora in Italia. Queste le sue parole:

“Dove andrà Tonali? Non ho parlato con il presidente Cellino, ma ho letto con piacere che vuol lasciare a Sandro l’ultima parola. Indubbiamente per Sandro ci sono prospettive importanti, alla sua età in pochi hanno avuto questa possibilità. È meglio che Sandro resti in Italia. Può imporsi subito in un top club e per la A sarebbe un peccato perderlo”.

Il colpo di mercato: “Troppe incognite, mancheranno risorse importanti. Occhio a Cavani, a parametro zero può essere un vero affare”.

Le ultime notizie sul Brescia