C’era grande attesa quest’anno per il ritorno in Italia di Mario Balotelli. Il Brescia ha deciso di puntare su di lui facendo un sacrificio importante dal punto di vista economico. Il rendimento, però, non è stato all’altezza, con soli 5 reti messe a segno in diciannove presenze in campionato. Le Rondinelle, d’altronde, sono in fondo alla classifica con soli 16 punti, a meno nove dal Genoa quartultimo. La salvezza sembra difficile e in caso di retrocessione il centravanti italiano si svincolerà e non sono mancate le polemiche negli ultimi giorni.

Così il Brescia in campo alla ripresa

Balotelli dirà addio al Brescia

Balotelli, attaccante Brescia

Mario Balotelli lascerà il Brescia al termine di questa stagione. L’attaccante avrebbe dovuto riconquistare la Nazionale in vista degli Europei e, invece, non è riuscito a fare la differenza. Per questo motivo sono nulle le speranze di vederlo ancora nella sua città d’origine anche la prossima stagione. Il classe 1990 si svincolerà a parametro zero a causa di una clausola inserita all’interno del suo contratto. Il giocatore, infatti, sarà libero di accordarsi con chiunque in caso di retrocessione del club lombardo. Cosa molto probabile visto che le Rondinelle hanno nove punti di vantaggio sul Genoa quartultimo in classifica. Per lui si parla anche di un possibile futuro in Brasile, con il Vasco da Gama in pole position.

La conferma di Cellino

Il patron del Brescia, Massimo Cellino, ai microfoni di Qsvs ha confermato l’addio di Mario Balotelli al termine di questa stagione:

“Io cerco di evitare i tribunali, il caso Balotelli è ingigantito anche perché in questo c’è poco di cui parlare, il calcio è ancora fermo. È un ragazzo particolare, che con la testa non è più qui con noi lo do per scontato. Non c’è nulla di diverso rispetto a quello che ha sempre fatto, è un po’ anarchico. Con la Serie B il contratto di Balotelli si annulla, con ogni probabilità sarà senza contratto l’anno prossimo vista la classifica. Corini gli ha voluto bene, gli ha lasciato passare ritardi, qualche allenamento a basso ritmo… C’è un po’ di delusione, forse anche lui sarà deluso…. Non è stata un’operazione mediatica, ma puramente tecnica. Avrebbe potuto darci un contributo importante. Io pensavo, perché gli voglio bene, che a Brescia si creasse un qualcosa di nuovo per lui. Siamo delusi”.

Le ultime notizie sul Brescia