Il Barcellona si muove con largo anticipo sul mercato in vista della prossima sessione, a gennaio, e chiude il primo acquisto con l’arrivo di Jeison Murillo dal Valencia. Il centrale colombiano è il primo rinforzo per il tecnico, Valverde, che aveva chiesto in passato un innesto proprio in difesa. In questa prima parte della stagione, infatti, i blaugrana hanno dovuto fare i conti con i problemi fisici di Samuel Umtiti, fuori a causa di un infortunio al ginocchio, oltre ai vari acciacchi di Vermaelen, costretto spesso ai box per noie muscolari. Sono finiti, dunque, gli straordinari per Pique e Lenglet, praticamente sempre in campo in quest’annata, tra campionato e Champions League.

Calciomercato Barcellona, ufficiale il colpo Murillo

Barcellona, Valverde: "Giochiamo meglio senza Messi? Non credo, vedremo se ci sarà contro l'Inter"

La notizia era nell’aria da qualche giorno ma ora ci sono anche i crismi dell’ufficialità: Jeison Murillo è un nuovo giocatore del Barcellona. Il centrale colombiano arriva in prestito con diritto di riscatto fissato a 25 milioni di euro. In questa stagione il giocatore non aveva trovato molto spazio ma quando è stato impiegato ha sempre fornito ottime prestazioni. Il Valencia lo ha acquistato dall’Inter nell’estate del 2017 in prestito, riscattandolo poi la scorsa estate per una cifra complessiva intorno ai 13 milioni di euro. Nel caso in cui i blaugrana dovessero decidere di riscattare l’ex difensore nerazzurro, dunque, il Valencia realizzerebbe una cospicua plusvalenza. Lo scorso anno il colombiano era inamovibile per il tecnico Marcelino. Quest’ultimo ne ha fatto a meno per qualche mese solo in seguito ad un operazione al ginocchio.

Le prime parole di Murillo

Jeison Murillo ha rilasciato le prime parole da nuovo giocatore del Barcellona. Queste le parole rilasciate dal centrale colombiano ai microfoni dei canali ufficiali del club blaugrana:

“Ho grandi sensazioni, sono molto felice. Si tratta di un sogno che si realizza e ora non mi resta che lavorare, fare le cose al meglio e dimostrare perché sono qui. Un paio di anni fa mi allenai qui a Barcellona con il Las Palmas e dissi ad una persona che un giorno sarei venuto qui, ma con la maglia Blaugrana. Sono qui con l’intenzione di aiutare la squadra il più possibile, di mettermi a disposizione dello staff tecnico e di godermi questo club, che è il migliore al mondo. Sono molto felice e spero tutto vada bene. Sono un difensore veloce, intelligente, con un buon piede e con tanta potenza”.

LE ULTIME NOTIZIE SUL BARCELLONA