L’Atalanta si muove sul mercato mettendo a segno un grande colpo nel reparto difensivo. Arriva Martin Skrtel, centrale slovacco con grande esperienza internazionale. Il giocatore arriva a parametro zero, dopo essere andato in scadenza di contratto con il Fenerbahce. Rinforzo importante anche in vista della prima storica partecipazione in Champions League, dato che gran parte della rosa non ha mai giocato nella massima competizione europea. Skrtel prende la maglia numero 37 e sostituisce all’interno della rosa Gianluca Mancini, ceduto questa estate alla Roma.

Gasperini chiede rinforzi all’Atalanta

Il comunicato dell’Atalanta

L’Atalanta ha ufficializzato quest’oggi l’acquisto di Martin Skrtel, arrivato a parametro zero dopo essere andato in scadenza di contratto con il Fenerbahce. Lo slovacco arriva con un grande bagaglio di esperienza a livello internazionale, avendo militato nelle fila del Liverpool dal 2008 al 2016. Questo il comunicato diramato dalla società bergamasco sul proprio sito ufficiale:

Atalanta B.C. comunica di aver ingaggiato il calciatore Martin Škrtel, reduce dall’esperienza in Tuchia nel Fenerbahçe nelle ultime tre stagioni. Nato a Handlova il 15 dicembre 1984, Martin è un difensore che in campo fa valere la sua personalità e la sua grande forza fisica. La sua carriera è il miglior biglietto da visita possibile: quattro stagioni allo Zenit San Pietroburgo dal 2004 al 2007 con un campionato vinto, nove stagioni nel Liverpool dal 2007 al 2016 con 320 presenze in tutte le competizioni e una Coppa di Lega vinta, quattro volte nominato giocatore slovacco dell’anno, 103 presenze (terzo assoluto) nella sua nazionale (di cui è stato capitano per diversi anni prima di annunciare l’addio lo scorso febbraio), il traguardo delle 600 partite di club tra i professionisti a portata di mano (ora è a 597). Con 87 partite può vantare anche una grande esperienza nelle coppe europee”.

Percassi risponde alle polemiche

In questi giorni si è alzato un polverone di polemiche in casa Atalanta relativo ai prezzi degli abbonamenti, cresciuto rispetto agli anni scorsi. Il patron della Dea, Antonio Percassi, ha voluto rispondere alle critiche dei suoi tifosi con una lunga lettera:

“Mi aspettavo delle critiche per gli aumenti, e posso capire quindi un po’ di malcontento, nonostante fino ad oggi avessimo praticato una politica di prezzi molto bassi. Non condivido invece la posizione di chi parla di “mancanza di rispetto”. Se c’è un valore che ha sempre contraddistinto la mia presidenza è proprio il rispetto. I prezzi che la Società ha stabilito sono giusti e coerenti con il livello conquistato dall’Atalanta in questi anni. Stiamo costruendo qualcosa di unico e fantastico, a partire dal nuovo stadio, che rappresenta un investimento epocale. Nonostante questo, abbiamo confermato la squadra che ci ha portato in Champions rifiutando offerte clamorose sulla maggior parte dei nostri calciatori che una volta non avremmo mai potuto rifiutare.  Sì, è vero, abbonarsi all’Atalanta costerà di più, ma diciamolo onestamente, un costo anche inferiore a quello richiesto da tante altre società del nostro campionato, alcune delle quali neopromosse. Questo a dimostrazione che per l’Atalanta i tifosi vengono sempre prima”.

Le ultime notizie sull’Atalanta