Ieri si è chiusa in Inghilterra la sessione estiva di calciomercato. Non sono mancati i colpi di scena in Premier League. Il Tottenham ha chiuso gli acquisti di Sessegnon e Giovanni Lo Celso ma anche l’Arsenal si è mosso per perfezionare la rosa a disposizione di Emery. I Gunners, infatti, avevano bisogno di ritoccare la difesa e avevano messo gli occhi su Daniele Rugani. La trattativa con la Juventus, però, non è decollata e così, alla fine, è arrivato il colpo a sorpresa. Dal Chelsea, infatti, è arrivato il centrale brasiliano, David Luiz.

L’Arsenal punta su David Luiz

L’Arsenal ha chiuso la sessione estiva di calciomercato con l’acquisto di David Luiz dal Chelsea. Nelle casse dei Blues i Gunners hanno versato 9 milioni di euro. Una carriera, quella con la maglia del Chelsea, piena di successi per il centrale brasiliano, che ha vissuto due diverse esperienze a Londra. Nel suo (doppio) periodo a Stamford Bridge, David Luiz ha vinto una edizione della Premier League, una Champions League, 2 Europa League e 2 Fa Cup. In totale, con la maglia dei Blues, conta 249 presenze e 18 gol in tutte le competizioni. Con il Chelsea, David Luiz è stato allenato da 4 tecnici italiani: Carlo Ancelotti (per sei mesi, da gennaio a giugno 2011), Roberto Di Matteo, Antonio Conte e Maurizio Sarri, nell’ultima stagione.

Le parole dei protagonisti

David Luiz ha rilasciato sul sito ufficiale dell’Arsenal le prime parole da nuovo giocatore dei Gunners:

“Il ciclo con il Chelsea era ormai finito e quindi ne ho parlato con il club. Avevo bisogno di nuovi stimoli. Ho avuto l’opportunità e la fortuna di approdare in una nuova grande squadra. Arrivo all’Arsenal con l’obiettivo di vincere trofei. Credo che questa sia la squadra giusta per farlo. Questo è un grande club, non solo in Inghilterra”.

Su Emery: “È stato molto importante per la mia scelta, è un grande allenatore. Conosco anche molti calciatori, sono molto felice di essere qui”.

Il tecnico del Chelsea, Frank Lampard, ha spiegato i motivi dell’addio ai Blues: “Abbiamo parlato la scorsa settimana, conversazioni oneste perché conosco bene David. È una zona di campo in cui abbiamo competizione, non ho due titolari ed è quello che devono capire i ragazzi, tutti devono competere. Auguriamo il meglio a David”.

Le ultime notizie sull’Arsenal