Dopo le prime tre partite in cui l’Italia aveva dato segnali incoraggianti, la trasferta in quel di Monchengladbach contro la Germania fa vivere agli Azzurri una brutta serata. Infatti i tedeschi si impongono con un nettissimo 5-2, rifilando una dura lezione alla formazione di Roberto Mancini. Con questo ko Donnarumma e compagni sono scesi al terzo posto del Gruppo 3 della Lega A di Nations League, restando fermi con 5 punti. Al comando c’è l’Ungheria a quota 7, a più uno sui tedeschi, dopo aver clamorosamente stravinto per 4-0 al Molineux Stadium di Wolverhampton contro l’Inghilterra.

CRONACA GERMANIA-ITALIA – Hans-Dieter Flick manda in campo la Germania col 4-2-3-1 con le novità Klostermann in difesa e Gündoğan in mezzo al campo. In avanti ci sono invece Hofmann, Muller e Sané alle spalle di Werner. Dall’altra parte modulo 4-3-3 per Roberto Mancini con diverse modifiche rispetto a quanto visto sabato scorso con l’Inghilterra: davanti a Donnarumma ci sono Calabria, Mancini, Bastoni e Spinazzola. A metà campo Frattesi, Cristante e Barella con Politano, Raspadori e Gnonto nel tridente offensivo.

Primo tempo, Germania avanti 2-0

Si comincia con Sané subito pericoloso all’8′ con un destro dal limite che termina a lato, ma la reazione dell’Italia è pronta sfiorando il vantaggio sull’azione successiva: Politano converge verso il centro da destra e crossa in maniera perfetta per il taglio di Raspadori, la sua conclusione al volo viene salvata da una grande parata di Neuer. Tuttavia all’11’ arriva l’1-0 Germania: sponda di Werner per Raum, il terzino tedesco effettua un cross al centro dove Kimmich, lasciato solo dalla retroguardia azzurra, calcia da posizione ravvicinata battendo Donnarumma. Gli Azzurri vanno in difficoltà, non riuscendo a manovrare con efficacia.

Anzi il 4-3-3 disegnato da Mancini va sovente in difficoltà su ambo le fasce. I tedeschi imperversano, sfiorando il raddoppio prima con Sané e poi con Hofmann ma trovando Donnarumma a salvare tutto. Così come al 40′: altra ripartenza della nazionale di Flick che libera Werner sul lato destro dell’area, la sua conclusione viene respinta in corner da Donnarumma. Le difficoltà azzurre portano Roberto Mancini, minuto 44′, al primo cambio: dentro Luiz Felipe al posto di Politano, passando al 3-5-2. Però, al secondo dei tre minuti di recupero, Bastoni ingenuamente spinge in area Hofmann e Kovacs fischia il rigore. Dal dischetto Gundogan calcia centralmente e spiazza Donnarumma. All’intervallo è 2-0 per la Germania.

Gnonto-Klostermann, Germania-Italia

Secondo tempo, finisce malissimo per l’Italia

La ripresa si apre con un doppio cambio nell’Italia, dentro Scalvini al posto di Frattesi e Caprari per Raspadori. Gli Azzurri entrano bene in campo sfiorando la rete con un sinistro di Cristante che termina a lato di un soffio. Ma è solo un flash perché di fatto la Germania è più fresca e ‘affamata’, trovando il 3-0 al 51′: ancora un cross dalla corsia di sinistra di Raum, il pallone viene respinto male da Spinazzola e arriva sui piedi di Muller che di destro trafigge Donnarumma.

Col passare dei minuti diventa sempre più complicato per un’Italia stanca e sfiduciata. La Germania, cogliendo l’occasione al volo, non si ferma e continua a spingere. Il 4-0 arriva al minuto 69‘: Muller serve un pallone per l’accorrente Gnabry sul lato sinistro dell’area di rigore, il suo tocco in mezzo è perfetto per Werner che non ha problemi a gonfiare la rete difesa da Donnarumma. Quest’ultimo, subito dopo, sbaglia un disimpegno regalando di fatto il 5-0 ai tedeschi: è Gnabry ad intercettare il passaggio del portiere azzurro servendo Werner, per il numero 9 è troppo semplice siglare la doppietta. Uniche consolazioni le reti della bandiera siglate da Gnonto al 78′ e Bastoni al 93′. Finisce 5-2 per la Germania.

Ti può interessare

CALENDARIO E PARTITE ITALIA NATIONS LEAGUE 2022/23