L’Italia si appresta a giocare le ultime due partite del proprio 2018. Un anno che verrà ricordato come quello della mancata partecipazione ai Mondiali di Russia. Ma anche come quello dell’inizio di un nuovo ciclo, con l’arrivo di Roberto Mancini e l’obiettivo di qualificarsi agli Europei del 2020. Il Portogallo a San Siro nell’ultimo appuntamento azzurro di Nations League, poi l’amichevole a Genk contro gli Stati Uniti. Queste le ultime due sfide della Nazionale Italiana tra sabato 17 e martedì 20 novembre (la lista dei convocati di Mancini).

Roberto Mancini in conferenza stampa

Roberto Mancini è intervenuto in conferenza stampa in quel di Coverciano: “Vogliamo continuare sulla strada intrapresa – ha spiegato il ct – bisogna cercare di migliorare, in primis sul fare gol prima senza dover soffrire fino alla fine. Primo posto nel girone? Bisogna battere il Portogallo e poi sperare nella Polonia. Giochiamo con questa speranza, è sempre stato il nostro obiettivo arrivare primi. Ma non dipende solo da noi. Noi bisogna semplicemente essere quelli delle ultime due partite”.

Sulle convocazioni fatte, dove non ci sono Balotelli ed El Shaarawy, Mancini ha commentato: “Bocciato Balotelli? No, nessuno lo è, tutti possono essere chiamati in qualsiasi momento. Per quanto riguarda i giovani, Zaniolo ha bisogno di giocare. È giovane ma ha già esordito in A e in Champions. Poi ce ne sono altri che giocano poco e che chiamiamo proprio per conoscerli meglio. Uno di questi è Grifo, che ho voluto chiamare perché è un giocatore già convocato in Under 19 e 21. È un ala, può giocare a destra e a sinistra. Sensi, invece, gioca a buoni livelli da anni e ha caratteristiche simili agli altri centrocampisti. Tonali, infine, è stato uno dei migliori nell’Europeo Under 19”.

A San Siro, un anno fa, la Svezia ci eliminava dal Mondiale. Ora si gioca per provare a mettere pressione al Portogallo e l’attacco al primo posto del girone di Nations League: “Italia guarita? Non esageriamo, nel calcio ci sono sconfitte dolorose, alle quali bisogna reagire. So che sono stati venduti già 50mila biglietti per il Portogallo. Milano risponde sempre alla grande quando c’è la Nazionale. Speriamo di fare una grande partita per ripagare tutto l’affetto. Bisogna avvicinarsi a quelle nazionali del passato che hanno creato passione”.

TI POTREBBE INTERESSARE…

Scommetti sul calcio? Scopri i migliori bookmakers aams e non aams

CALENDARIO QUALIFICAZIONI EUROPEI 2020

CALENDARIO, SEDI E DATE EUROPEI 2020

Highlights: Polonia-Italia 0-1 (14 ottobre 2018)