Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Per l’Italia è arrivato il terzo successo consecutivo nel gruppo C delle Qualificazioni ai Mondiali del 2022, salendo in vetta a punteggio pieno con 9 punti (6 gol fatti e nessuno subito). Un match complicato quello vinto per 2-0 a Vilnius contro la Lituania, giocato su un campo sintetico e non facile da interpretare. La partita, dopo un primo decisamente sottotono, si è decisa nella ripresa con le reti di Sensi al 48′ e il rigore traformato da Immobile al 94′. Adesso spazio agli Europei da giugno e poi a settembre si tornerà a disputare le Qualificazioni.

CRONACA LITUANIA-ITALIA– Sul fronte formazioni ufficiali, come prevedibile Roberto Mancini manda in campo un’Italia totalmente cambiata rispetto a quanto visto in Bulgaria domenica scorsa. Nel solito 4-3-3 sono El Shaarawy e Bernardeschi sono ai lati di Immobile nel tridente offensivo. Per il resto davanti a Donnarumma ci sono l’esordiente Toloi, Mancini, Bastoni ed Emerson Palmieri, mentre a metà campo Locatelli regista con Pellegrini e Pessina mezz’ali. Dall’altra parte Valdas Urbonas schiera la Lituania col 4-3-2-1 in cui l’unica punta Cernych è sostenuta da Sirgedas e Novikovas.

Primo tempo, Italia sotto ritmo

La prima frazione di gioco del LFF stadionas di Vilnius è un ‘inno’ alla lentezza, ai ritmi bassi e compassati, senza alcun cambio di passo. E la naturale conseguenza di tutto ciò è un pallido 0-0 all’intervallo che non può soddisfare Roberto Mancini. I tanti cambi decisi dal tecnico hanno una parte di verità in 45 minuti di gioco in cui la fluidità di gioco è mancata quasi sempre. Le uniche soluzioni trovate dagli Azzurri sono le conclusioni dalla distanza, come quella di Pellegrini al 6′ che trova pronto, seppur in maniera non plastica, Svedkauskas alla deviazione in corner. La più grande chance capita però ad El Shaarawy al 39′, ma l’esterno offensivo invece di girare a rete con l’interno sinistro, un pallone messo al centro da Pessina, prova a colpire con l’esterno destro, ‘ciccando’ la sfera. Poco dopo, minuto 43, tenta la sorte Emerson Palmieri con un sinistro potente dal limite che Svedkauskas alza in corner. Davvero troppo poco per pretendere di essere in vantaggio.

esultanza gol Immobile, Italia

Secondo tempo, decidono Sensi e Immobile

E infatti al ritorno in campo l’Italia si presenta con due novità, dentro Chiesa per El Shaarawy e Sensi per l’ammonito Pessina. Gli Azzurri entrano con un altro piglio e al 48′ arriva subito lo 0-1: dopo un destro di Chiesa deviato da Svedkauskas, il pallone finisce a Locatelli appoggia un buon pallone per Sensi, il numero 12 calcia da fuori area col sinistro e sblocca la gara. L’Italia spinge e, dopo un sinistro di poco a lato di Bernardeschi, è Svedkauskas a tenere a galla la Lituania sulle conclusioni di Pessina e Immobile. Le occasioni per aumentare lo scarto non mancano, ma Immobile non riesce a vincere il duello con Svedkauskas nemmeno al 64′. Nel frattempo Mancini manda in campo anche Spinazzola e Barella, con Immobile che al 69′ manca ancora una volta il raddoppio con un colpo di testa che sfila a fil di palo.

E a forza di sbagliare, per poco la Lituania non trova il pari al 73′: cross dalla destra di Dapkus sul secondo palo, Eliosius tocca a rete e Donnarumma salva tutto deviando in corner. A dieci dal 90′ si rinnova il duello di serata, questa volta Immobile colpisce col destro di forza dal limite ma il portiere lituano è ancora pronto alla deviazione. Quest’ultimo è in grande serata e dice no anche a Locatelli da pochi passi. Nei quattro minuti di recupero c’è tempo di arrotondare comunque il risultato, con il rigore traformato di rabbia e potenza da Immobile al 94′, concesso per un fallo su Barella. A Vilnius l’Italia fa 3 su 3 e vola in vetta al Gruppo C con 9 punti.

Info Mondiali 2022

CALENDARIO E DATE PARTITE ITALIA QUALIFICAZIONI MONDIALI

CALENDARIO QUALIFICAZIONI SUDAMERICA MONDIALI

QUANDO SI GIOCANO I MONDIALI 2022 e FUSO ORARIO