L’Italia vince la seconda partita, negli Europei Under 21, superando il Belgio per 3-1. Ma per l’accesso alle semifinali non basta, almeno per il momento, visto che la Spagna ha travolto 5-0 la Polonia e si è presa il primo posto. Adesso gli azzurrini dovranno sperare in buone notizie dalle altre sfide in programma tra domenica e lunedì, altrimenti sarà eliminazione.

CRONACA DELLA PARTITA – E’ tempo di tornare in campo e fare sul serio nel campionato Europeo Under 21 per l’Italia di Luigi Di Biagio, per affrontare il Belgio di Johan Walem. L’Italia era partita benissimo negli Europei Under21, con gli azzurri vittoriosi all’esordio per 3-1 contro la Spagna, ma poi il brusco risveglio e il ko contro la Polonia a cambiare le carte tavole. Adesso bisogna solo vincere e poi dare uno sguardo al risultato del Dall’Ara tra la stessa nazionale polacca e la Spagna. Dall’altra parte il Belgio è ormai eliminato e le due sconfitte subite in tre giorni hanno fatto il resto.

Sul fronte formazioni ufficiali, Luigi Di Biagio riparte dal modulo 4-3-1-2. In porta tocca a Meret, davanti a lui Calabresi, Mancini, Bastoni e Pezzella. A centrocampo Mandragora regista, con Barella e Locatelli mezz’ali. In avanti Lorenzo Pellegrini trequartista alle spalle di Chiesa e Cutrone, con Kean relegato in panchina per motivi disciplinari. Johan Walem manda in campo i suoi con il modulo 4-4-2. Tra i pali c’è De Wolf, davanti a lui spazio alla difesa a quattro con Cools, Bushiri, Bornauw e Cobbaut. In mezzo al campo Bastien Schrijvers, Heynen ed Omeonga, mentre in avanti spazio per Lukebakio e Saelamaekers.

Primo tempo, Barella fa 1-0

Il match inizia con l’Italia che attacca a spron battuto, sprecando una grandissima occasione all’8’: Pezzella prende il tempo a Saelemaekers e mette in mezzo un cross millimetrico, inserimento di Barella che colpisce di testa in tuffo a centro area mettendo incredibilmente fuori. Nell’altra sfida Spagna avanti 1-0 sulla Polonia al 17’ con Fornals. Il Belgio risponde e al 10’ Lukebakio sorprende alle spalle la linea azzurra e arma il mancino da posizione defilata, buona risposta di Meret. Gli azzurri spingono e al 15’ Chiesa spara a lato da ottima posizione.

Col passare dei minuti la spinta azzurra perde forza, mentre la Spagna in pochi minuti si porta addirittura sul 3-0 con le reti di Oyarzabal e Fabian Ruiz. Finalmente però, al 44’, l’Italia passa in vantaggio: lancio in profondità per Pezzella che mette al centro, torre di Lorenzo Pellegrini e De Wolf si supera con un grande riflesso sul destro di Barella, ma nulla può sulla ribattuta del centrocampista azzurro, che con il mancino infila all’angolino. Il primo tempo finisce di fatto qui, con la Spagna prima e l’Italia seconda.

Secondo tempo,

Il secondo tempo si apre senza cambi, ma con l’Italia che attacca a testa bassa a caccia di più gol possibili per migliorare la differenza reti generale. E al 53’ arriva il 2-0: azione a sinistra con Pezzella che serve all’indietro Pellegrini, spiovente messo in mezzo col destro e splendido colpo di testa di Cutrone a battere De Wolf sul palo lontano. A quel punto Walem effettua un doppio cambio, inserendo Verschaeren per Oméonga e Mangala per Bastien. L’Italia continua a spingere, sfiorando il tris a più riprese con Locatelli, Mandragora e Cutrone.

Nel frattempo in quel di Bologna la Spagna continua a condurre per 3-0 sulla Polonia, con gli azzurri che diventerebbero primi nel Gruppo A con una rete polacca stante così le cose. Ma le Furie Rosse trovano il poker con Ceballos e chiudono i conti andando in semifinale. Al 78’ il Belgio accorcia le distanze con un gran destro a giro di Verschaeren. Nel finale arriva, dopo un palo di Mancini, il 3-1 firmato da Chiesa con uno splendido destro a giro sotto l’incrocio.

Info Europei U21 2019

CALENDARIO EUROPEI U21 16-30 GIUGNO 2019

CONVOCATI ITALIA UNDER 21