Italia di rimonta sulla Bosnia: gli azzurri volano sulle spalle di Insigne e Verratti

L'Italia supera in rimonta perr 2-1 la Bosnia, nella quarta giornata delle qualificazioni agli Europei del 2020 in programma all'Allianz Stadium

L’Italia vince ancora e fa quattro su quattro nelle qualificazioni agli Europei del 2020. Gli azzurri rimontano la Bosnia, andando sotto al 33′ per la rete di Dzeko e segnando due volte nella ripresa con Insigne al 49′ e Verratti all’86’. Adesso la Nazionale di Roberto Mancini ha un piede e mezzo nella competizione internazionale, mentre arriva la seconda sconfitta consecutiva per quella di Prosinecki, adesso a meno otto dagli azzurri.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Per la quarta giornata delle qualificazioni agli Europei del 2020, l’Italia di Roberto Mancini affronta la Bosnia-Erzegovina di Robert Prosinecki, nella sfida del Gruppo J in programma all’Allianz Stadium di Torino. L’Italia arriva in grande fiducia a questa sfida e a punteggio pieno dopo tre partite giocate sin qui. Frutto anche della vittoria per 3-0 di sabato sera ad Atene contro la Grecia. Dall’altra parte invece una Bosnia ‘ferita’ per l’inattesa sconfitta per 2-0 maturata tre giorni fa in trasferta sul campo della Finlandia. Dzeko e soci sono così rimasti fermi a quota 4 in classifica

Sul fronte formazioni ufficiali, Roberto Mancini manda gli azzurri in campo col 4-3-3. Tra i pali Sirigu, davanti a lui linea difensiva a quattro composta da Mancini, Bonucci, Chiellini ed Emerson. A centrocampo spazio a Barella, Jorginho e Verratti, mentre il tridente offensivo è composto da Bernardeschi, Quagliarella e Insigne. Dall’altra parte Robert Prosinecki manda in campo i suoi col modulo 4-3-3. In porta c’è Sehic, la difesa a quattro è formata da Todorovic, Bicakcic, Zukanovic e Civic. In mezzo al campo il terzetto è composto da Saric, Pjanic e Besic, con Visca, Dzeko e Gojak nel tridente offensivo.

Primo tempo, Bosnia avanti 1-0

Il match inizia su grandi ritmi e l’Italia che fa girare palla a caccia di spazi. Gli Azzurri sono subito molto aggressivi nel tentativo di recuperare palla alti, anche se la Bosnia in contropiede ha una grande chance al 19’: ripartenza rapidissima degli uomini di Prosinecki con Dzeko che allarga per Visca, sul suo tiro Bonucci però è prodigioso a recuperare all’ultimo istante e salvare un gol fatto. La Bosnia prende fiducia e al contempo l’Italia si ritrae perché preoccupata.

La Bosnia insiste e al 33’ passa in vantaggio: azione perfetta con Todorovic che serve al limite Besic, colpo di tacco smarcante per Visca che affonda a destra e mette al centro un pallone che Dzeko deve solo spingere in rete.  A quel punto gli azzurri vanno in avanti alla ricerca del pareggio e al 41’ Italia vicinissima al gol: pallone per Quagliarella, l’attaccante della Samp si volta e calcia in porta dal limite dell’area, ma Sehic si distende e mette in corner. Il primo tempo finisce 1-0 per la Bosnia.

Secondo tempo, la rimonta azzurra

Il secondo tempo si apre con un cambio effettuato da Mancini, con Chiesa al posto di Quagliarella. La Bosnia è subito pericolosa al 47’, ma Civic non riesce ad impattare il pallone sul cross messo in mezzo da Besic. Ma è l’Italia a trovare il pari al 49’: schema da corner, pallone alto e arretrato di Bernardeschi al limite, spettacolare destro al volo di Insigne e Sehic battuto. Il match diventa bello e la Bosnia comunque continua ad attaccare. Ospiti pericolosi al 58’, ma Sirigu è determinante sul violento destro dal limite di Visca indirizzato sotto la traversa.

Partita a viso aperto e Chiesa insidioso al 64’, non riuscendo a trovare la porta sul traversone di Insigne. Poco dopo dentro De Sciglio al posto di Mancini e Italia vicina al vantaggio: cross di Barella dalla destra sul secondo palo, colpo di testa di Insigne ma Sehic salva e mette in corner. Sulla battuta successiva, altra incornata di Chiellini e Sehic ancora bravo a respingere. A dieci minuti dalla fine arriva anche il momento di Belotti per Bernardeschi. E a forza di spingere all’86’ arriva il meritato 2-1: azione sulla sinistra con Bonucci che allarga per Insigne, il numero 10 affonda e poi serve Verratti, controllo e destro in buca d’angolo sul palo più lontano con Sehic immobile. Nei minuti finali non accade altro, l’Italia vince ancora.

INFO EUROPEI 2020

CALENDARIO, DATE E SEDI EUROPEI 2020

GIRONI DI QUALIFICAZIONE EURO 2020 E CLASSIFICHE