L’Italia bissa il successo per 3-0 alla Turchia, arrivato nell’esordio, riservando lo stesso trattamento alla Svizzera nella seconda giornata del Gruppo A. Il tris con cui gli azzurri bucano la Svizzera, firmato dalla doppietta di un grande Locatelli e dalla seconda rete di fila di Immobile, vale un biglietto per gli ottavi di finale. Per la Nazionale di Roberto Mancini è il ventinvesimo risultato utile di fila, ma anche la nona gara senza subire gol. Insomma risultati a dir poco brillanti, per una Nazionale che non vuole fermarsi. Prossimo appuntamento domenica 20 giugno alle ore 18:00, stadio Olimpico di Roma, contro il Galles. Un match che ci farà capire se l’Italia andrà agli ottavi da prima nel girone o da seconda.

CRONACA ITALIA-SVIZZERA – Si gioca all’Olimpico sapendo già che il Galles ha battuto 2-0 la Turchia, reti di Ramsey e Roberts, salendo in vetta al Gruppo A con 4 punti. Sul fronte formazioni ufficiali, Roberto Mancini schiera l’Italia col 4-3-3 e con l’unica novità chiamata Di Lorenzo al posto dell’indisponibile Florenzi, Per il resto tutto confermato rispetto al match contro i turchi, con Berardi e Insigne a supportare Immobile nel tridente. Dall’altra parte Vladimir Petkovic manda in campo la Svizzera col modulo 3-4-1-2, confermando l’undici iniziale schierato coi gallesi, con Shaqiri trequartista alle spalle di Embolo e Seferovic.

Primo tempo, Locatelli per l’1-0

Si gioca subito su buoni ritmi e una Svizzera che tenta di sorprendere l’Italia con una partenza aggressiva. Tuttavia gli Azzurri prendono le misure agli elvetici e all’11’ si rendono pericolosi con Immobile che mette alto di testa un bel cross di Spinazzola, al primo affondo sulla corsia mancina. L’Italia cresce col passare dei minuti e al 19′ trova anche la rete con Chiellini, ma annullato dal VAR per un fallo di mano del capitano azzurro sul contrasto aereo con Akanji e Xhaka. Le brutte notizie per il numero 3 e per l’Italia non finiscono, dato che poco dopo il centrale alza bandiera bianca per un risentimento muscolare al flessore della coscia sinistra e al suo posto entra Acerbi.

gol Locatelli, Italia-Svizzera

Tuttavia il vantaggio azzurro è solo rimandato, dato che al 27′ arriva il gol dell’1-0: apertura fantastica al volo di Locatelli che inizia l’azione cambiando gioco verso Berardi. L’esterno offensivo supera Rodriguez e mette un pallone rasoterra all’interno dell’area dove sbuca il suo compagno del Sassuolo, abile a superare Sommer da posizione ravvicinata. A quel punto gli spazi per colpire in contropiede non mancano, ma Insigne prima e Spinazzola poi peccano di precisione dalle parti di Sommer. All’intervallo si va dunque sul risultato di 1-0 per l’Italia, con i due minuti di recupero concessi dall’arbitro Karasev che non riservano squilli.

Secondo tempo, finisce 3-0 per l’Italia

La ripresa si apre con un cambio nella Svizzera, dentro l’attaccante Gavranovic e fuori il pari ruolo Seferovic. I rossocrociati pressano alto, ma questo atteggiamento favorisce le uscite dal basso dell’Italia che al 52′ trova subito il 2-0: azione che si sviluppa dalle retrovie e arriva al limite, Barella riceve e serve Locatelli, il numero 5 controlla col mancino e con lo stesso piede scocca un radente precisissimo che s’infila nell’angolino sinistro di un Sommer impietrito. Petkovic al 58′ inserisce Widmer e Zuber, cambiando gli esterni di centrocampo, con la Svizzera molto pericolosa al 64′: bella azione che trova sfogo a sinistra, Zuber batte a rete ma trova un grande intervento col piede di Donnarumma, che poi si oppone anche al nuovo tentativo dell’esterno svizzero.

gol Locatelli 2-0, Italia-Svizzera

Poco dopo Italia ancora minacciosa con Berardi, ma il suo sinistro, dopo un classico movimento a rientrare, si perde alto. Al 70′ anche Mancini modifica qualcosa, inserendo Chiesa per Insigne e Toloi per Berardi, passando al modulo 3-5-2. L’Italia non perde intensità e con Immobile ha due ottime occasioni per calare il tris, ma il centravanti azzurro prima allarga troppo il destro a rientrare e poi calcia a lato col mancino, servito in profondità da Chiesa. Tuttavia, dopo gli ingressi in campo di Pessina e Cristante, arriva il 3-0 firmato proprio da Immobile al minuto 89: il numero 17 controlla un pallone dai venticinque metri e fa partire un destro potente che Sommer non doma deviandolo sul palo e poi nel sacco. Ancora un 3-0 dopo quello alla Turchia, l’Italia è già agli ottavi di finale.

TI PUO’ INTERESSARE

CALENDARIO COMPLETO EUROPEI 2021

CLASSIFICHE GIRONI E RISULTATI EUROPEI 2021