Il sorteggio è stato abbastanza benevolo con l’Italia. Lo ‘spauracchio’ Germania in seconda fascia è stato evitato e dunque il percorso nelle qualificazioni ad Euro 2020 può essere più agevole. Il Gruppo J è composto, oltre che dagli azzurri, anche da Bosnia, Grecia, Finlandia, Armenia e Liechtenstein (qui il sorteggio completo dei gironi). L’esordio ci sarà sabato 23 marzo 2019 in casa contro la Finlandia, per cominciare al meglio e col piede giusto.

Mancini soddisfatto del sorteggio, ma…

Roberto Mancini, ct della Nazionale italiana, ha parlato di tanti temi, sorteggio compreso, nel corso di “Radio Anch’io Sport” su Radio Rai Uno: “Sorteggio? Le partite vanno giocate, solo dopo averle giocate si possono vincere. E’ stato un buon sorteggio. Anche se andare ad Atene o a Sarajevo non sarà semplice”.

Sulla mancanza di fuoriclasse nella squadra: “Nel campionato italiano non ci sia un fuoriclasse vero e proprio. Prima c’erano i Totti i Del Piero, giocatori straordinari che adesso non abbiamo perché troppo giovani. E’ anche vero che nel mondo, le Nazionali, non hanno tanti fuoriclasse come una volta. E’ un vantaggio che dobbiamo sfruttare da squadra. Il problema del gol c’è, ma non perché non abbiamo occasioni. Prima o poi faremo anche gol con i giocatori che abbiamo perché il gioco c’è. Immobile? Contro il Portogallo ha giocato bene, ha sbagliato due occasioni ma è una cosa che capita. Dobbiamo solo aspettare che faccia ciò che fa con la Lazio anche in Nazionale.”

Sui tanti giovani visti sin qui: “Sono felice che Zaniolo giochi, perché io lo avevo seguito agli Europei dove aveva fatto benissimo, e mi aveva colpito molto. Ha tutte le qualità che servono, compreso l’essere mancino. Mi aveva preso l’occhio e l’ho voluto vedere dal vivo. Sono contento che possa giocare nel suo club. Tonali? E’ la stessa situazione di Zaniolo: è un giocatore giovanissimo che ha bisogno di fare esperienza anche a livelli superiori. Penso potrà essere importante per la Nazionale. Cutrone? E’ un bravo giocatore giovane, che però dobbiamo considerare anche in chiave U21. Togliere giocatori dalla squadra di Di Biagio è un problema. E’ un ragazzo che teniamo in considerazione, soprattutto se dovesse continuare a segnare con questa continuità.”

Mancini e il dispiacere per Balotelli

Chi Mancini vorrebbe recuperare per il reparto offensivo è Mario Balotelli. Ma l’ex Milan e Inter continua a trascorrere stagioni opache: “Dispiace che disperda il grande talento in questo modo. Io penso che possa essere un giocatore che fa divertire la gente, che può divertirsi e fare gol. La speranza è sempre l’ultima a morire. Spero che dalla mattina alla sera gli venga il pensiero che il tempo passa in fretta e che non può sprecare tutte le occasioni che gli vengono proposte.”

Infine un passaggio tattico, sul modulo 4-3-3: “Il 4-3-3 limita fisicamente la squadra? Ci sono stati dei momenti di calo perché la squadra cerca di giocare più in alto possibile ed è difficile farlo per 90 minuti. C’è stato un momento di calo contro il Portogallo e uno contro la Polonia, ma nei 90 minuti, la squadra è sempre andata migliorando e possiamo ancora migliorare tanto”.

INFO SULL’ITALIA

CALENDARIO, DATE E SEDI EUROPEI 2020

I GIRONI DI QUALIFICAZIONE EURO 2020