Il Napoli dà un calcio alla crisi, mette ko la Lazio e accede alla semifinale di Coppa Italia dove ora attende una tra Inter e Fiorentina. A decidere la contesa del San Paolo una rete in avvio di Lorenzo Insigne, per un match intenso e combattuto sino al 95′, pieno di episodi, un rigore sbagliato, due espulsioni, quattro pali e tante emozioni.

CRONACA NAPOLI-LAZIO – Sul fronte formazioni ufficiali Gennaro Gattuso conferma il 4-3-3 di partenza ma con alcuni cambi. Specie a centrocampo dove ci sono Demme e Lobotka assieme a Zielinski, mentre in difesa torna Mario Rui dal 1′ al posto di Luperto. Risponde Simone Inzaghi col solito 3-5-2 con Immobile e Caicedo di punta, mentre a centrocampo spazio per Parolo al posto dell’indisponibile Luis Alberto.

Primo tempo elettrico al San Paolo

Diciamo subito che la prima frazione regala elettricità e tanti episodi. A cominciare dal 2′, minuto in cui il Napoli va sull’1-0: azione personale di Insigne a sinistra, dribbling secco a Luiz Felipe e destro in diagonale a battere Strakosha. La Lazio reagisce e all’8′ Caicedo viene steso da Hysaj, che manca l’intervento sulla palla e colpisce l’ecuadoregno in area. Rigore netto che però Immobile fallisce, scivolando al momento del tiro e mandando la sfera alta. Il nervosismo è grande protagonista e allora l’arbitro Massa deve ricorrere alle maniere forti.

rigore Immobile, Napoli-Lazio

Al 19′ arriva la prima espulsione di serata, con ancora Hysaj fuori tempo su Immobile e colpito a metà campo. Secondo cartellino giallo per il terzino albanese e Napoli in dieci. Gattuso richiama Lobotka e inserisce Luperto, ma i nervi saltano anche a Lucas Leiva al 25′: il brasiliano viene prima ammonito per un fallo su Zielinski, poi un ‘vaffa’ di troppo sulle proteste e Massa estrare ancora il cartellino rosso, ripristinando la parità numerica. Nel finale di tempo non accade molto, all’intervallo Napoli-Lazio è 1-0.

Secondo tempo, finisce 1-0

La ripresa si apre senza ulteriori cambi e una Lazio riversata in avanti alla caccia del pareggio. Ci sono pochi spazi e allora Inzaghi al 55′ manda in campo Correa al posto di Caicedo per aumentare la qualità della manovra offensiva. Il pari arriva al 63′, ma Immobile è in fuorigioco sul rimpallo al limite dell’area che gli aveva fatto arrivare la sfera casualmente. I ritmi si abbassano e Gattuso al 68′ inserisce Elmas per Callejon, mentre in casa Lazio spazio per Patric in luogo di Radu. Poco dopo però grande chance per il Napoli: scambio tra Elmas e Demme, cross di quest’ultimo per lo stacco aereo di Milik che trova la deviazione di Strakosha, palla sul palo interno e poi spazzata via da Luiz Felipe.

Milinkovic-Luperto, Napoli-Lazio

Per l’ultimo quarto d’ora spazio per Jony negli ospiti e Fabian Ruiz nei padroni di casa, con Insigne accompagnato dagli scroscianti applausi del San Paolo. E nel finale tornano anche le emozioni, con Immobile che colpisce una clamorosa traversa all’84’ e sul ribaltamento di fronte è invece Mario Rui a far tremare il palo alla sinistra di Strakosha. Ma non finisce qui, perché all’88’ un tiro di Lazzari dal limite, deviato, va a sbattere sul palo con Acerbi a ribadire in rete ma in posizione di offside. Nei cinque minuti di recupero il Napoli tiene e si guadagna le semifinali di Coppa Italia.

Ti può interessare

TABELLONE E ACCOPPIAMENTI COPPA ITALIA 2019-2020

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020

LE NOTIZIE DI SERIE A

LE NOTIZIE DI CALCIOMERCATO