Il Milan si guadagna un posto nella semifinale di Coppa Italia, battendo per 4-2 il Torino dopo i tempi supplementari. Un match bello, con tante occasioni ed emozioni. Al 90′ è 2-2 con le reti di Bonaventura al 12′, la doppietta di Bremer tra il 34′ e il 71′, e il definitivo pari di Calhanoglu al 91′. Negli extra time decidono i gol ancora del turco e di Ibrahimovic. La prima semifinale sarà dunque Juventus-Milan.

CRONACA MILAN-TORINO – Sul fronte formazioni ufficiali, Stefano Pioli conferma il 4-4-2 anche se con alcune modifiche. Se la difesa è confermata rispetto a Brescia, a metà campo ci sono Krunic per Kessie e Bonaventura per Calhanoglu. In attacco poi Rebic e Piatek a formare la coppia d’attacco. Risponde Walter Mazzarri col solito 3-4-2-1 con Verdi e Berenguer alle spalle di Belotti. Per il resto scelte obbligate con Rincon e Lukic mediani.

Primo tempo, 1-1 al Meazza

gol Bonaventura, Milan-Torino

La prima frazione di gioco, dopo il minuto di raccoglimento per ricordare la memoria di Kobe Bryant, parte subito con un Milan deciso e all’attacco. Un approccio che paga visto che al 12′ è 1-0 per i rossoneri: Verdi perde palla, Castillejo va subito da Rebic in profondità, il croato affonda sulla sinistra e mette un cross basso sul secondo palo dove Bonaventura si fa trovare pronto e col tap-in vincente batte Sirigu. Il Torino sembra accusare il colpo e al 25′ è Sirigu a salvare i suoi sul potente sinistro dal limite di Castillejo.

I granata comunque si riorganizzano e al 34′ trovano la rete dell’1-1 al primo affondo: ripartenza fulminea del Torino con Bremer che si lancia in avanti, Verdi premia la sua cavalcata e lo assiste a dovere, il brasiliano a tu per tu con Donnarumma è freddo e lo batte col piattone. Nel finale il Milan si rituffa in avanti, ma il gol di Rebic al 41′ è subito invalidato dall’arbitro Pasqua per un netto tocco col braccio in precedenza di Piatek. All’intervallo dunqu si va sul risultato di parità.

Secondo tempo, Calhanoglu fa 2-2 al 91′

gol Bremer, Milan-Torino

La ripresa si apre senza cambi ma l’inerzia della sfida pende dalla parte del Torino che gioca meglio rispetto ad un Milan scarico. Tra i peggiori ancora una volta Piatek, completamente avulso dalla manovra e sempre anticipato dai difensori ospiti. San Siro in simili occasioni non è tenero e per il polacco arrivano fischi senza pietà, tanto che Pioli al 65′ lo sostituisce con Ibrahimovic. Ma il Torino continua ad attaccare e al 71′ arriva la rete del 2-1 granata: sugli sviluppi di un calcio piazzato, apertura a sinistra per Ola Aina, che rientra sul destro e fa partire un traversone preciso per l’inserimento di Bremer, il brasiliano ci arriva e di testa batte ancora Donnarumma.

A quel punto Pioli non ha più molto da attendere e inserisce Leao per Bonaventura e Calhanoglu per Krunic. E si rivela una mossa azzeccata perché al 91′ arriva il 2-2 proprio del turco con una botta dal limite che, leggermente deviata da Djidji, diventa letale per Sirigu. E il Milan ha anche un paio di occasione per evitare i supplementari, ma prima Ibrahimovic sbaglia sotto misura, poi Sirigu è presente sul destro dello svedese.

Tempi supplementari

Belotti-Kjaer, Milan-Torino

Si va dunque agli extra time dove si gioca a viso aperto e con capovolgimenti di fronte continui. E così le occasioni non mancano, con prima Sirigu determinante su Calhanoglu e poi Donnarumma a dire no a Belotti. Ma nei 15 minuti finali il Milan prende il largo, andando subito sul 3-2 al 106′: sponda di Ibrahimovic per il neoentrato Kessié, al posto di Rebic, verticalizzazione che manda in porta Calhanoglu, sinistro incrociato e questa volta Sirigu è battuto. E due minuti dopo è poker Milan: Castillejo punta Ola Aina e centra per Leao. Stavolta fa lui da sponda per l’accorrente Ibrahimovic, che apre il piattone, piazza nell’angolo e batte Sirigu

Ti può interessare

TABELLONE E ACCOPPIAMENTI COPPA ITALIA 2019-2020

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020

LE NOTIZIE DI SERIE A

LE NOTIZIE DI CALCIOMERCATO