Derby divertentissimo e ricco di colpi di scena, quello andato in scena al Meazza nei quarti di finale di Coppa Italia. Ad aggiudicarselo è l’Inter per 2-1 in rimonta sul Milan, che riesce a far valere la superiorità numerica arrivata dopo l’espulsione a Ibrahimovic al 58′. Nerazzurri che guadagnano dunque il pass per le semifinali, dove affronteranno la vincente di Juventus-SPAL.

CRONACA PARTITA – Sul fronte formazioni ufficiali, Antonio Conte opta per un mini turnover, con le novità Kolarov, Darmian, Perisic e Sanchez, rispetto a quanto visto in quel di Udine sabato scorso, nel solito impianto di gioco 3-5-2, con Lukaku inamovibile. Dall’altra parte anche Stefano Pioli cambia qualcosa rispetto al ko contro l’Atalanta, inserendo Dalot, Romagnoli, Saelemaekers e Brahim Diaz dal 1′, con modulo 4-2-3-1 in cui l’ex Ibrahimovic è il riferimento avanzato.

Primo tempo, 1-0 Milan e rissa Ibra-Lukaku

Il Milan parte bene e al 2′, dopo una combinazione Theo-Saelemaekers il destro di Leao dal limite termina di poco a lato. I rossoneri giocano tanto dalla parte del portoghese, al 13′ cross a rientrare per Ibrahimovic che sovrasta Perisic e non inquadra di poco la porta. Dopo un primo quarto d’ora in sordina (al 20′ fuori Kjaer per infortunio e dentro Tomori), l’Inter inizia a carburare e al 24′ sfiora il gol con una girata di Lukaku, ma Tatarusanu salva di piede.

esultanza gol Ibrahimovic, Inter-Milan Coppa Italia

I nerazzurri sembrano crescere anche con un Perisic che si rende pericoloso con un paio di scorribande, ma al 31′ Milan in vantaggio: aggancio volante di Ibrahimovic, che disorienta Kolarov con una finta di corpo e calcia con il destro, conclusione rasoterra che sbatte sul palo e finisce in rete. Il match s’incendia e al 38′ l’Inter sfiora il pari: cross morbido di Perisic e colpo di testa schiacciato da Sanchez, ma Theo prima e Tomori poi salvano. Al 45′ poi arriva la ‘rissa’ tra Ibrahimovic e Lukaku, con i due che arrivano testa a testa e beccandosi continuamente a parole. L’arbitro Valeri ammonisce entrambi, ma i due, anche andando verso gli spogliatoi, continuano a dirsene di tutti i colori.

Secondo tempo, Ibra espulso e l’Inter la ribalta

Il secondo tempo si apre con un cambio nell’Inter, dentro Hakimi per Darmian. L’Inter parte forte e al 55′ è bravissimo Tomori a salvare sulla deviazione col tacco di Lukaku, abile a deviare verso la porta un cross radente di Hakimi. Al 58′ però svolta nel Derby, quando Ibrahimovic viene ammonito la seconda volta per un ingenuo fallo tattico su Kolarov a metà campo, con lo svedese dunque espulso. A quel punto Pioli manda in campo Rebic per Brahim Diaz, in cerca di maggiore fisicità con l’uomo in meno.

espulsione Ibrahimovic, Inter-Milan

Dall’altra parte al 66′ ottima chance per Perisic, subito dopo sostituito da Lautaro Martinez. E al 69′ arriva anche il momento del VAR, dopo un contatto in area tra Leao e Barella nell’area di rigore rossonera. Valeri richiamato a guardare le immagini assegna il penalty, con Lukaku che realizza col brivido, spiazzando sì Tatarusanu ma colpendo la parte inferiore della traversa prima che la palla finisca in rete.

In una serata abbastanza intensa, c’è spazio anche per l’infortunio muscolare dell’arbitro Valeri, per una lunga interruzione che consente al quarto uomo di Chiffi di prenderne il posto. Nel finale di match arrivano altri cambi con Krunic e Castillejo nel Milan, al posto di Leao e Saelemaekers, mentre Eriksen rileva Brozovic nell’Inter. Il recupero è ovviamente lungo, 10 minuti, per la sostituzione dell’arbitro. E al 97′ l’Inter trova la rete del 2-1, con una splendida punzione di Eriksen dalla media distanza, con una traiettoria che scavalca la barriera e batte Tatarusanu. Finisce 2-1 per l’Inter, nerazzurri in semifinale.

Ti può interessare

SEMIFINALI COPPA ITALIA: ACCOPPIAMENTI E DATE

TABELLONE E ACCOPPIAMENTI COPPA ITALIA 2020/2021

LE NOTIZIE DI SERIE A