La Lazio alza al cielo la settima Coppa Italia della propria storia, battendo per 2-0 l’Atalanta nella finale dell’Olimpico. Una sfida equilibrata e decisa nel finale dalle reti di Milinkovic-Savic all’82’ e Correa al 90′. Grande delusione per i nerazzurri di Gasperini, che adesso dovranno riversare le restanti energie nella corsa al quarto posto. Invece per la Lazio c’è anche l’immediata qualificazione alla fase a gironi dell’Europa League.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Il grande giorno è arrivato e la finale di Coppa Italia regalerà il secondo trofeo stagionale. Il match dello stadio Olimpico mette di fronte l’Atalanta di Gian Piero Gasperini e la Lazio di Simone Inzaghi. L’Atalanta vuole lasciare un segno indelebile in questo finale di stagione. Gli orobici stanno giocando alla grande, ma ora tra Coppa Italia e quarto posto in campionato, è arrivato il momento di concretizzare quanto di buono fatto sin qui. Dall’altra parte una Lazio vogliosa di mettere ancora una volta il proprio nome nell’albo d’oro della Coppa Italia. I biancocelesti, vincendo, si guadagnerebbero anche di diritto l’accesso alla prossima Europa League, senza passare dal campionato.

Sul fronte formazioni ufficiali, Gian Piero Gasperini punta sul modulo 3-4-2-1. In porta c’è Gollini, davanti a lui la difesa a tre è composta da Masiello, Djimsiti e Palomino. In mezzo al campo ci sono Hateboer, Freuler, De Roon e Castagne, mentre davanti Ilicic e Gomez a supporto di Zapata. Dal canto suo Simone Inzaghi punta sul modulo 3-5-2. In porta spazio per Stakosha, con difesa a tre formata da Luiz Felipe, Acerbi e Bastos. A centrocampo linea a cinque con Marusic, Luis Alberto, Leiva, Parolo e Lulic, mentre in avanti ci sono Immobile e Correa.

Primo tempo, 0-0 all’intervallo

Il match inizia su ritmi alti, anche se la tensione si fa sentire. Un paio di interventi duri su Ilicic fanno innervosire lo sloveno, anche se è proprio l’Atalanta la prima squadra a rendersi pericolosa con un sinistro da fuori di Gomez che Strakosha blocca in due tempi. La Lazio prende coraggio col passare dei minuti, sfruttando anche il contropiede con Luis Alberto e Correa. Al 14’ Acerbi di testa mette alto, poi al 23’ prima chance pericolosa: azione avvolgente da destra verso sinistra, Lulic mette dentro un cross che Leiva incoccia di testa mettendo però a lato.

Al 26’ però Atalanta vicinissima al vantaggio: punizione messa in mezzo da Gomez, sulla palla vagante De Roon colpisce un clamoroso palo, sulla respinta del legno ci provano ancora l’olandese e poi Zapata di testa, mettendo a lato. Dal replay si nota anche come Bastos tocchi nettamente con la mano il pallone sul destro di De Roon. Ma per Calvarese non ci sono gli estremi per il rigore, decisione che lascia tanti dubbi. Al 36’ Inzaghi opera il primo cambio, con Inzaghi che decide di mandare subito in campo Radu per il già ammonito Bastos. Una scelta tecnica che lascia perplesso il numero 15. Gli animi si scaldano e Banti ammonisce anche Masiello e Lulic. L’Atalanta al 41’ si fa ancora pericolosa, ma Zapata incorna alto un pallone scodellato al centro da Ilicic. Il primo tempo finisce 0-0.

Secondo tempo, decide Milinkovic-Savic

Il secondo tempo si apre senza altri cambi e con un bel destro di Castagne, sullo scarico di Zapata, che Strakosha disinnesca in due tempi. Il match resta in grande equilibrio, con tanti scontri piuttosto duri ma senza grandi occasioni da rete. Al 66’ Inzaghi opera il secondo cambio di serata, inserendo Caicedo per uno spento Immobile. La Lazio si rende pericolosa al 69’: imbucata per Correa, che sorprende Djimsiti, l’argentino entra in area, ma Palomino in scivolata chiude e non gli permette di calciare da buona posizione. Al 76’ invece Gomez con un tiro cross dalla linea di fondo colpisce la parte esterna dell’incrocio dei pali.

Poco dopo terzo cambio per Inzaghi, che al 78’ manda in campo Milinkovic-Savic per Luis Alberto. E proprio il neo entrato al minuto 82’ sblocca il match: corner a rientrare di Leiva dalla sinistra, Milinkovic-Savic, entra poco prima, anticipa Djimsiti di testa e batte Gollini. A quel punto Gasperini opera un triplo cambio inserendo Barrow, Pasalic e Gosens per Zapata, Castagne e De Roon. Il match si accende, Gollini salva su Correa e l’Atalanta si riversa in avanti. Al 90’ però arriva anche il 2-0: contropiede con Correa che salta Freuler, altro dribbling su Gollini e sinistro a porta vuota che chiude i conti. E’ trionfo Lazio, solo amarezza per l’Atalanta.

Info Serie A 2018-2019

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A