Atalanta-Lazio, rischio scontri Coppa Italia – Mercoledì sera alle ore 20:45, va in scena la finale di Coppa Italia fra Lazio e Atalanta (le probabili formazioni). Una sfida che promette di essere equilibrata e anche molto tesa, vista la posta in palio altissima per le due squadre. Ci sarà il tutto esaurito allo stadio Olimpico, con più di 20mila tifosi bergamaschi pronti a invadere Roma e prendersi la curva che solitamente è di ‘possesso’ dei supporters della Roma.

Rischio scontri all’Olimpico

Ma il pericolo di scontri tra i tifosi di Lazio e Atalanta è molto elevato. E si dovrà fare di tutto per evitare quanto accaduto nel 2014 per la finale tra Napoli e Fiorentina, dove perse la vita anche Ciro Esposito. Infatti c’è una rivalità storica tra i tifosi bergamaschi e laziali, che dura da quarant’anni. E se l’arrivo di 23mila persone da Bergamo nella Capitale è già un importante fattore di rischio, a preoccupare ulteriormente la Digos e il ministro dell’Interno Salvini c’è un altro aspetto.

Come riporta La Repubblica, ci dovrebbe essere anche l’infiltrazione di violenti in arrivo dalla Germania, precisamente quelli dell’Eintracht Francoforte gemellati con gli ultras dell’Atalanta. Ma non solo. Perché a supporto dei biancocelesti arriveranno invece gruppi di tifosi dell’Inter, con cui sono gemellati. Davvero rischio altissimo e ulteriore motivo di allerta è anche la presenza a Roma, in queste giorni, dei 20mila appassionati di tennis in città per gli Internazionali al Foro Italico.

Lotito e il piano sicurezza

In quest’ottica, sono arrivate anche le parole del presidente della Lazio, che presenterà Nicolò D’Angelo, che ha presentato il nuovo responsabile della sicurezza biancoceleste. “In vista di domani vogliamo veicolare messaggi per il rispetto delle regole, affinché non si scada in comportamenti e situazioni che potrebbero far considerare la giornata in modo diverso. Il comparto della sicurezza è fondamentale, la sicurezza delle strutture, dello stadio, dei calciatori, informatica. La società ha fatto una scelta di grandissimo spessore come D’Angelo.

Sui tifosi, Lotito ha dichiarato: “I tifosi devono fare i tifosi, li rispettiamo e li aiuteremo affinché ci siano i comportamenti giusti e rispettosi delle regole. Un presidente di calcio, al di là dei risultati sportivi ed economici, è portatore di valori sani e legali. Noi come società cerchiamo di rispettare tutte le norme, invogliare le persone a tifare la Lazio, che è la prima squadra della capitale. Tutto nel rispetto delle regole.

I tifosi devono essere orgogliosi di essere della Lazio, avranno corsie preferenziali nel rispetto delle norme. Mi auguro che domani sia una giornata di sport e spettacolo, di grande passione, di orgoglio di appartenenza ai colori biancocelesti, e che i tifosi abbiano un comportamento consono. La Lazio ha i colori delle Olimpiadi, che sono state sempre l’apice dei valori dello sport. Domani sia lo stesso, una giornata di totale serenità”.

IL PRONOSTICO DI LAZIO-ATALANTA