La Premier League sta studiando come tornare in campo. Dopo la ripartenza della Bundesliga e l’annuncio del ritorno in campo della Liga, domani potrebbe arrivare anche il comunicato sulla Serie A. Lo stesso, però, potrebbe avvenire in Inghilterra, dove è in programma un vertice importante. Un fattore decisivo potrebbe averlo giocato anche la ripartenza in Germania, visto che il tecnico del Tottenham, José Mourinho, ha sottolineato come rivedere in campo le squadre in Bundesliga abbia fatto aumentare la voglia di tornare in campo.

Tottenham, Mourinho vuole tornare in campo

Uno dei più attivi sul fronte solidarietà durante l’emergenza Coronavirus in Inghilterra è stato il tecnico del Tottenham, José Mourinho. Lo Special One, però, è anche uno di quelli che preme maggiormente per la ripartenza della Premier League. Ai microfoni di Sky Sports l’ex allenatore dell’Inter ha spiegato i motivi della sua scelta:

“Adesso vogliamo tornare in campo. Dopo aver visto la Bundesliga ripartire e dopo aver preso nota degli annunci sull’imminente riapertura anche del calcio in Spagna e in Portogallo, penso che pure qui in Inghilterra si debba pensare a far ricominciare la Premier League. È dura veder giocare negli altri Paesi e noi che restiamo fermi. In questo momento non stiamo riuscendo a dare agli appassionato ciò che amano, ma ovviamente rispettiamo le decisioni delle istituzioni. A tutti noi manca il calcio giocato, il poter sentire l’odore dell’erba: è una sensazione incredibile”.

Domani giornata clou

Bernardo Silva e Robertson, Liverpool-Manchester-City

In Inghilterra domani sarà una giornata clou per la ripartenza della Premier League. Quest’oggi i club, tra cui proprio il Tottenham di Mourinho, ha votato all’unanimità per il passaggio alla Fase 2 delle competizioni sportive. Saranno pertanto permessi gli allenamenti a contatto ravvicinato, iniziando con piccoli gruppi di 2-3 persone per poi estendersi a 4-12, infine all’allenamento completo di squadra. Con l’approvazione della proposta, domani si passerà a un nuovo meeting, nel quale le squadre voteranno nuovamente per decidere una data definitiva per il ritorno al campionato. La data più probabile sembra essere quella del 19 giugno, anche se alcuni club spingono per lo slittamento alla settimana dopo, quella del 26 giugno. Alcuni giocatori, come Deeney e Kanté, sono restii a rientrare in campo. Nel caso del capitano del Watford, l’incontro con il vicedirettore medico della Professional Footballers’ Association sembra avere in qualche modo alleviato le sue preoccupazioni.

Le ultime notizie sulla Premier League