Second vittoria in tre partite per il PSG in Ligue 1, ma il 4-0 del Parco dei Principi sul Tolosa ha lasciato strascichi pesanti in casa parigina. Specie nel reparto d’attacco dove sono arrivati due pesanti infortuni e rendere amaro il successo di domenica scorsa. Infatti sia Kylian Mbappé che Edinson Cavani sono usciti con le ‘ossa rotte’ dalla sfida casalinga contro il Tolosa e resteranno ai box per alcune settimane. Davvero una pessima notizia per il tecnico Thomas Tuchel, già alle prese con la vicenda Neymar. Ma andiamo con ordine.

I tempi di recupero di Mbappé e Cavani

Nelle scorse ore il PSG ha diramato il bollettino medico ufficiale riguardo le condizioni fisiche dei propri attaccanti. E in casa parigina c’è davvero poco di cui sorridere. Partiamo dall’ex Monaco e dagli esami alla coscia sinistra che hanno evidenziato un infortunio più grave del previsto, sostituito al minuto 66 del match col Tolosa. Una lesione muscolare che costringerà Mbappé a ben 4 settimane di stop. Tempi di recupero simili anche per Cavani. L’attaccante uruguaiano, infortunatosi invece all’anca destra e uscito dal campo dopo appena 14 minuti, si è sottoposto alla risonanza magnetica e gli esiti hanno detto che non potrà rientrare prima di 20 giorni.

I due giocatori salteranno le prossime partite di Ligue 1, con Tuchel che cercherà di recuperare almeno Cavani per la trasferta di Lione in programma il prossimo 22 settembre. I due, salteranno con molta probabilità anche la prima partita della fase a gironi di Champions League che si disputerà tra il 17 e il 18 settembre, non rischiando ricadute specie per l’ex Napoli.

La vicenda Neymar sempre in piedi

In tutto questo si staglia poi il futuro, sempre incerto, di Neymar all’ombra della Tour Eiffel. E le parole di Tuchel nel pre Tolosa avevano disegnato bene la situazione: “Finché la sua situazione non sarà chiara, Neymar non potrà giocare. Se domani sarà chiara, allora sarà in grado di scendere in campo con noi. La situazione al momento è inquietante. Leonardo sa che voglio tenerlo. Ma questo non dipende solo da lui. La situazione non è molto chiara e dobbiamo chiarirla”.

Ma il Barcellona, sempre davanti al Real Madrid, continua a premere come riferito da El Chiringuito TV. In queste ore il Barça infatti, sta provando un ueriore affondo, o quantomeno una formula per riuscire a convincere i parigini. Nell’offensiva finale, oltre al solito ricco conguaglio, sarebbe compreso anche il cartellino di Ousmane Dembélé, calciatore molto apprezzato dallo stesso Tuchel, con il quale ha lavorato ai tempi del Borussia Dortmund. Vedremo quali sviluppi ci saranno, ma nel frattempo Tuchel raccoglie i ‘cocci’ del suo attacco a cinque stelle.

LE ULTIME NOTIZIE DI CALCIOMERCATO