La 28esima giornata della Bundesliga partiva con la sfida più attesa, ossia il Der Klassiker in programma al Westfalenstadion. E al termine di un match combattuto ed equilibrato, il Bayern Monaco si è imposto per 1-0 grazie ad un grandissimo gol di Kimmich nel finale di primo tempo. Con questo successo i bavaresi hanno allungato a più sette sul Borussia Dortmund, mettendo una serie ipoteca sul titolo quando mancano solo sei giornate al termine della stagione.

LA CRONACA – Sul fronte formazioni ufficiali, Lucien Favre schiera il Dortmund col solito 3-4-3 in cui Haaland è ovviamente il terminale offensivo con Brandt e Thorgan Hazard a sostegno. Al centro della difesa invece c’è il recuperato Hummels. Dall’altra parte Hans Flick manda in campo il Bayern col 4-2-3-1 in cui l’ex Lewandowski guida l’attacco sostenuto da Coman, Muller e Gnabry. In difesa c’è Alaba centrale di fianco a Boateng, mentre in mediana Kimmich con Goretzka.

Primo tempo, 0-1 Bayern

Si comincia subito con una grande chance per il Borussia, ma dopo un’uscita spericolata di Neuer la palla finisce ad Haaland che colpisce a rete, ma Boateng appostato sulla linea spazza via. Si gioca su ritmi alti e il Bayern ci prova all’11’ con Lewandowski, ma Burki è attento. Tuttavia la grande chance per i bavaresi di segnare arriva al 19′: Coman serve nell’area piccola Gnabry, controllo e calcio a botta sicura ma provvidenziale l’intervento di Piszczek sulla linea.

Haaland, Borussia Dortmund-Bayern Monaco

Il Bayern Monaco cresce col passare dei minuti e al 23′ Burki viene nuovamente chiamato in causa dal destro di Coman dal limite. I padroni di casa comunque non stanno a guardare e alla mezz’ora Boateng salva sul sinistro di Haaland. Quando sembra tutto scritto per l’intervallo a reti inviolate, è invece il Bayern a passare in vantaggio con una ‘magia’ al 43‘: sponda di Coman per Kimmich, questo vede Bürki leggermente fuori dai pali e lo beffa con uno splendido pallonetto dal limite dell’area.

Secondo tempo, il Dortmund si arrende

La ripresa si apre con un doppio cambio in casa Dortmund, con Favre che manda in campo subito Emre Can per Delaney e Sancho per Brandt. Ma è ancora il Bayern a rendersi pericoloso al 54′ con Goretzka, ma Burki salva sul destro rasoterra dell’ex Schalke. I gialloneri provano a costruire qualche buona trama, provandoci ancora con Haaland al 58′, ma Boateng (anche con un tocco parechio sospetto col braccio, ma non valutato al VAR) devia in corner. Al 71′ altro cambio per Favre che manda in campo il giovane Reyna per l’acciaccato Haaland, quest’oggi in ombra.

Hazard e Davies, Borussia Dortmund-Bayern Monaco

I cambi continuano con Perisic per Coman nel Bayern al 73′ e Gotze per Piszczek nel Dortmund all’80’ per una sorta di all-in finale. E pochi secondi dopo è Neuer a salvare il vantaggio ospite con un grande intervento sulla botta mancina di Dahoud dal limite. Gli spazi per andare in contropiede non mancano e all’83’ Lewandowski con un bellissimo sinistro a giro colpisce un clamoroso palo. Nel finale non succede altro di rilevante, il Bayern Monaco si mette in tasca un bel pezzo di Bundesliga.

Classifica Bundesliga aggiornata

Bayern Monaco 64, Borussia Dortmund 57, RB Lipsia 54, Bayer Leverkusen 53, Borussia Monchengladbach 52, Wolfsburg 39, Friburgo 37, Schalke 04 37, Hoffenheim 36, Colonia 34, Hertha Berlino 34, Augsburg 30, Union Berlino 30, Eintracht Francoforte 28, Mainz 27, Fortuna Dusseldorf 24, Werder Brema 21, Paderborn 18.

LE ULTIME NOTIZIE SULLA BUNDESLIGA