L’emergenza relativa al Coronavirus ha colpito non solo l’Italia, ma tutto il mondo del calcio. La Serie A è stata la prima a fermarsi, ma successivamente si sono accodati tutti gli altri campionati. E adesso ci si interroga sulla possibile ripartenza. In Francia la Ligue 1 è stata sospesa definitivamente, mentre in Inghilterra e Germania si preparano a ripartire. Oltre al campionato italiano, anche la Liga si interroga sulla possibilità di riprendere o sospendere accodandosi a quanto successo in Francia. Il Barcellona, capolista, spinge per ripartire, anche attraverso i propri tesserati.

Barcellona, Rakitic spinge per il ritorno in campo

I giocatori sembrano orientati a voler tornare in campo, almeno in Spagna. Nelle ultime ore, infatti, si è espresso chiaramente il centrocampista del Barcellona, Ivan Rakitic. Ai microfoni di Marca, il croato si è detto pronto ad assumersi determinati rischi:

“Sono disposto a correre il rischio, senza dubbio – dice l’ex Siviglia -. E lo dico nella consapevolezza che il rischio sarà molto piccolo, ma anche per la solidarietà con coloro che hanno giocato per noi dal primo minuto e che continueranno così per molti giorni (medici ndr). È evidente che dobbiamo cercare di tornare con le migliori garanzie sanitarie, ma dobbiamo anche sapere che non saranno mai al 100% – aggiunge il croato -. Ma lo stesso rischio sarà a carico di tutti gli altri lavoratori. Anche i dipendenti dei supermercati si cambiano negli spogliatoi e hanno le stesse o maggiori possibilità di essere contagiati. Loro corrono quel rischio e anche io voglio prenderlo. Dobbiamo cercare di far divertire di nuovo le persone con il calcio; noi giocatori di calcio possiamo essere un esempio, fornendo supporto a tutti i lavoratori che ci hanno mostrato quella forza. Voglio unirmi a quella forza”.

Possibile addio

Rakitic - Barcellona

Ivan Rakitic che al termine di questa stagione potrebbe lasciare il Barcellona. Il centrocampista croato non è soddisfatto dell’impiego che gli è stato riservato quest’anno, vista anche la grande abbondanza nel reparto. Per questo motivo potrebbe arrivare l’addio e non mancano i club interessati a lui. C’è sempre il Psg, che già lo scorso anno aveva provato ad accaparrarselo senza successo. Occhio anche alla Juventus, in cerca di un giocatore in quel reparto che possa alzare il tasso tecnico. Il contratto in scadenza a giugno 2021 potrebbe influenzare la sua valutazione. I blaugrana, infatti, difficilmente potranno chiedere una cifra superiore ai 25-30 milioni di euro.

Le ultime notizie sul Barcellona