Basket, Serie A: Sassari conferma Pozzecco sino al 2021, Pistoia riparte da Moretti

    La Dinamo Sassari ha confermato coach Gianmarco Pozzecco, gli assistant Casalone e Gerosa e il preparatore fisico Boccolini

    13

    Arrivato l’11 febbraio scorso al posto del dimissionario Enzo Esposito, Gianmarco Pozzecco resterà sulla panchina della Dinamo Sassari sino al 2021. Infatti la compagine sarda ha annunciato ufficialmente il rinnovo del contratto sia del tecnico goriziano che di tutto il suo staff. Attualmente la Dinamo è al nono posto in classifica a ridosso della zona playoff, quando mancano sei giornate alla fine della regular season. I sardi però sono anche impegnati in Europa, nella FIBA Europe Cup, dove affronteranno in semifinale gli israeliani dell’Hapoel Holon il 10 e 17 aprile.

    Pozzecco a Sassari sino al 2021

    Ecco il comunicato ufficiale pubblicato sul sito del club sardo: “Il progetto biancoblu va avanti e prosegue seguendo la sua strada maestra: dare continuità al percorso per raggoiungere sempre maggiore solidità sportiva e aziendale. Il futuro si ‘gioca’ nel presente e la Dinamo Banco di Sardegna oggi è lieta di annunciare la conferma dello staff biancoblu per i prossimi due anni. A guidare i giganti saranno ancora coach Gianmarco Pozzecco, gli assistant Edoardo Casalone e Giorgio Gerosa insieme con il preparatore fisico Matteo Boccolini.

    Mentre la squadra in campo gioca questa parte importantissima e cruciale della stagione, il Club  lavora anche ai propri obiettivi a più lungo termine pianificando, costruendo e organizzando l’attività che gli consentirà di crescere e consolidarsi al suo interno e sulle scene del grande basket”.

    Pistoia riparte da Paolo Moretti

    Chi invece ha cambiato e tornato sui propri passi è Pistoia. Infatti Paolo Moretti, torna sulla panchina della squadra toscana dopo 4 anni. L’Oriora è all’ultimo posto ed inevitabile è arrivato l’esonero di Alessandro Ramagli. Poi l’improvvisa esclusione dall’A-2 di Siena che ha liberato il coach di Arezzo e Moretti ha subito accettato la sfida. L’impresa salvezza non è semplice dopo aver vinto sin qui solo 4 partite su 24.

    “Non c’è tempo per fare rivoluzioni, sappiamo che dobbiamo vincere 3 partite. Ci sono giocatori che si sono persi e si devono ritrovare. Non ci sono solo aspetti tecnici, ma anche psicologici. Chiedo ai ragazzi di seguirmi, sono positivo. Siamo ad una partita di distanza dalle concorrenti, l’obiettivo non è così lontano. Lo spazio per l’impresa c’è”.