Sci, intervento riuscito per Christof Innerhofer: “Ritiro? Scierò fino al 2026”

Christof Innerhofer si è infortunato durante i Campionati italiani di Cortina d'Ampezzo, riportando la rottura dei legamenti del ginocchio sinistro

13

Un brutto infortunio per la caduta nel SuperG dei Campionati italiani di Cortina d’Ampezzo e una carriera data a rischio. Ma Christof Innerhofer non ha alcuna intenzione di mollare, anche se la rottura dei legamenti del ginocchio sinistro è un qualcosa che non ci voleva. Subito dopo la caduta, all’uscita di un salto è entrato in rotazione e ha costretto al ginocchio ad un brusco movimento, e aver effettuato gli accertamenti del caso, Innerhofer è stato sottoposto ad intervento chirurgico all’ospedale di Innsbruck.

Innerhofer non molla e rilancia

Per il 34enne azzurro, due medaglie olimpiche a Sochi nel 2014 e tre mondiali nel 2011 a Garmisch, non si tratta di certo del primo infortunio subito in carriera. E anche per questo Innerhofer non ha alcuna intenzione di ritirarsi, come paventato da molti dopo la notizia del suo infortunio. Direttamente dal sito della FISI, sono arrivati gli aggiornamenti sulle sue condizioni e le prime parole dello stesso Innerhofer.

“Christof Innerhofer, venerdì 23 marzo, è stato ricoverato alla Clinica Hochrum a Rum in Austria, vicino a Innsbruck, dopo l’infortunio nel SuperG agli Assoluti di Cortina, ed è stato operato sabato dal dottor Christian Fink. L’intervento è andato bene ed è stato ricostruito il legamento crociato rotto del ginocchio sinistro con un pezzo del tendine del quadricipite. Sono stati dati dei punti di sutura ai due menischi, interno ed esterno.

Il finanziere di Gais è stato dimesso oggi (ieri, ndr) e rientrerà a casa, per 3 settimane dovrà utilizzare le stampelle. “Il mio umore è buono – ha dichiarato Inner – perché io di carattere guardo sempre avanti e mai indietro. Penso che anche nelle situazioni più negative ci sia sempre qualche insegnamento positivo e sono più determinato che mai. Sono pronto per affrontare la fase del recupero e della fisioterapia. Ci tengo a smentire tutti coloro che hanno parlato di un mio ritiro. Scierò fino al 2026”.

Insomma Christof Innerhofer non solo non si ritira ma rilancia, con l’alto atesino che proverà a stupire tutti ancora una volta con la sua voglia e la sua tenacia. I tempi di recupero dall’infortunio non sono ancora stati resi noti, ma per un problema simile serviranno almeno sei mesi di riabilitazione.

NOTIZIE ALTRI SPORT