24 Luglio 2024
Home » Ultime notizie » Euro 2024, Spagna in semifinale al 119′! La Francia piega ai rigori il Portogallo

Euro 2024, Spagna in semifinale al 119′! La Francia piega ai rigori il Portogallo

Gol Dani Olmo, Spagna-Germania

Il programma dei quarti di finale degli Europei 2024 si è aperto venerdì 5 luglio con due super sfide, che avrebbe potuto essere benissimo due finali: Spagna – Germania alla MHPArena di Stoccarda con inizio alle ore 18:00 e Portogallo – Francia al Volksparkstadion di Amburgo con fischio d’inizio fissato alle ore 21:00. A superare il turno sono stati gli iberici, imponendosi ai supplementari, e i transalpini, che hanno avuto la meglio ai rigori.

Spagna – Germania 2-1 d.t.s.

Il primo tempo si gioca su ritmi molto elevati e intensi, con subito una grave perdita in casa Spagna: Pedri viene fermato duramente da Kroos e per il colpo al ginocchio è costretto ad uscire (al suo posto Dani Olmo al minuto 8). Nella Germania il più pericoloso è Kai Havertz, che impegna due volte Unai Simon al 21’ e al 35’. Dall’altra parte ci provano Nico Williams e Dani Olmo, con Neuer che se la cava in qualche modo. All’intervallo è 0-0.

In avvio di ripresa Nagelsmann manda in campo Wirtz per Sané e Andrich per Emre Cana, mentre dall’altra parte de la Fuente inserisce Nacho per l’ammonito Le Normand. E la Spagna, minuto 51, sblocca il punteggio: Yamal entra in area da destra, punta Raum e serve al centro Dani Olmo, conclusione di prima intenzione e palla alle spalle di Neuer. A quel punto Nagelsmann manda in campo Fullkrug per Gundogan, aumentando il peso offensivo.

Al 70’ Unai Simon salva sul destro dal limite di Andrich, ma tutto sarebbe stato reso vano dal precedente fuorigioco di Fullkrug non ravvisato dal guardalinee. Ma la Germania sfiora il pari al 77’: azione sviluppata sulla destra, poi Wirtz mette al centro con Fullkrug che colpisce un clamoroso palo col destro. Poi, all’83’, Unai Simon rischia di fare la “frittata” con un rinvio sbagliato, ma Havertz lo grazia mettendo alto il pallonetto. Tuttavia il meritato 1-1 arriva all’89’: Mittelstadt crossa da sinistra, sponda di testa di Kimmich che vince il duello aereo con Cucurella e conclusione vincente di Wirtz.

Tempi supplementari, decide Mikel Merino

Nel primo tempo supplementare arriva un’occasione per parte: la Spagna minaccia la porta di Neuer con un gran sinistro da fuori di Oyarzabal, mentre la Germania va a centimetri dal vantaggio col mancino dal limite di Wirtz che sfiora il palo a Unai Simon battuto. Ma c’è spazio anche per le polemiche in avvio di secondo extra-time, quando il destro di Wirtz è respinto con la mano da Cucurella in piena aerea.

Obiettivamente sembra un tocco punibile col braccio largo, ma sia l’arbitro Taylor che il VAR lasciano proseguire. Un episodio che farà inevitabilmente discutere, a maggior ragione quando la Spagna al minuto 119 trova il gol del 2-1: cross dalla sinistra di Dani Olmo e stacco aereo di Mikel Merino che trafigge Neuer. La Germania non molla e al 123′ sfiora il 2-2, con Fullkrug che, di testa, mette di pochissimo a lato un colpo di testa (da segnalare l’espulsione di Carvajal al 126′). Spagna in semifinale, Germania eliminata.

Portogallo – Francia 3-5 d.c.r.

Cristiano Ronaldo e Mbappé, Portogallo-Francia

Primo tempo molto intenso al Volksparkstadion di Amburgo, ma Portogallo e Francia non sfondano. All’intervallo il punteggio è di 0-0, anche perché le occasioni vere sono davvero poche. La prima conclusione è quella di Bruno Fernandes al 16’, deviata in corner da Saliba, sicuramente meno pericolosa di quella di Theo Hernandez al 20’, che scalda i guantoni di Diogo Costa. In ombra sia Mbappé che Cristiano Ronaldo, ma complessivamente primi 45’ di gioco decisamente equilibrati.

La ripresa è decisamente più viva e ‘accesa’. Sono del Portogallo le prime chance, con Maignan che salva prima su Bruno Fernandes e poi su Vitinha. Poco dopo la Francia risponde, ma Ruben Dias salva tutto sul destro a botta sicura di Kolo Muani. E al 70’ i transalpini vanno ad un passo dal gol, con Camavinga che però non centra la porta col destro dall’interno dell’area piccola. E dunque si va ai tempi supplementari con un risultato ancora inchiodato sullo 0-0.

Tempi supplementari e Rigori

Nei due extra-time prevale la stanchezza e la paura di sbagliare, con l’inevitabile approdo ai calci di rigore per giocarsi un posto in semifinale. Ed è la Francia a spuntarla, segnando tutti e cinque i penalty, a differenza dei lusitani che sbagliano quello con Joao Felix (palo). Francia in semifinale, Portogallo out.

INFO EUROPEI 2024

ACCOPPIAMENTI e DATE QUARTI DI FINALE EURO 2024

CALENDARIO COMPLETO FINO ALLA FINALE DI EURO 2024

Info autore


>>MIGLIORI BOOKMAKER NON AAMS