23 Luglio 2024
Home » Ultime notizie » Euro 2024, Italia inesistente: la Svizzera vola ai quarti, così come la Germania

Euro 2024, Italia inesistente: la Svizzera vola ai quarti, così come la Germania

Esultanza gol Freuler, Svizzera-Italia

Dopo essersi salvata già in extremis contro la Croazia, superando la fase a gironi, per l’Italia di Luciano Spalletti è arrivata l’eliminazione per mano della Svizzera negli ottavi di finale. Finiscono così. in questo sabato 29 giugno. gli Europei 2024 in Germania per gli Azzurri, autori di una prestazione davvero da dimenticare, carente a 360° in termini di qualità, carattere e voglia. Il 2-0 dell’Olympiastadion di Berlino si è concretizzato nei primi 46 minuti: rete del vantaggio elvetico di Freuler al 37’ del primo tempo e raddoppio dopo 30 secondi della ripresa con Vargas. Finisce male, malissimo, più nei modi che nella sostanza.

Primo tempo, l’Italia e il nulla totale

Il primo tempo dell’Olympiastadion di Berlino è tutto della Svizzera, che lo chiude con merito in vantaggio per 1-0. Ci potremmo anche fermare qui, visto che l’Italia in campo è solo presente per onor di firma. Non c’è qualcosa da salvare, ma tutto da cancellare. Gli elvetici sono costantemente in pressione e gli Azzurri faticano a fare tre passaggi di fila. Una “fiammata” di Chiesa al minuto 26, con destro deviato da Akanji in corner, e basta. E così per la formazione di Murat Yakin è troppo facile recuperare palla già nella trequarti offensiva, con una marea di errori tecnici di Barella e compagni.

Al 23’ ci tiene a galla solo il solito Donnarumma, che compie un miracolo sul destro a botta sicura di Embolo lanciato tutto solo a rete. Tuttavia, al 37’, Svizzera in vantaggio: Vargas trova la giocata lungo la corsia mancina, imbuca in area di rigore per l’inserimento di Freuler che stoppa e calcia in modo vincente con il mancino (aiutato anche dalla deviazione di Mancini che mette fuori causa Donnarumma). E prima dell’intervallo quest’ultimo salva ancora la squadra di Spalletti, riuscendo a deviare sul palo la punizione mancina di Rieder. Insomma solo Svizzera in campo e 1-0 più che meritato.

Delusione Italia

Secondo tempo, Italia eliminata

La ripresa si apre subito con un cambio, dentro Zaccagni per l’ammonito El Shaarawy. Ma l’Italia è ancora incredibilmente assente e Vargas, dopo appena 30 secondi, firma il 2-0: scambio al limite, al numero 17 viene lasciato il tempo di prendere la mira e trafiggere Donnarumma con un destro a giro sotto l’incrocio. Sul 2-0 diventa quasi impossibile, anche se gli Azzurri, dal nulla, sfiorano il gol: Fagioli scodella per Barella che viene anticipato di testa da Schar ma per poco non provoca l’autorete con il palo che salva Sommer.

Al 64’ Spalletti manda in campo Retegui per un Barella in evidente difficoltà fisica. Ma non c’è alcun cambio di passo, con gli Azzurri che, letteralmente, si trascinano in campo senza dare segnali di reazione. Al 71’ Yakin manda in campo Stergiou (out Rieder) e Zuber (fuori Vargas), per dare più solidità ai suoi. Poco dopo arriva il primo tiro in porta italiano con Retegui, ma il suo sinistro è inoffensivo per Sommer.

Al 75’ gli Azzurri colpiscono il secondo palo di serata, con Scamacca che da pochi passi centra il legno sulla sponda aerea di Zaccagni (sarebbe comunque stata da valutare, in caso di gol, la posizione del numero 9). Spalletti manda in campo anche Cambiaso per Darmian e Pellegrini per Cristante, mentre Frattesi trova spazio solo all’87’. Finisce 2-0 per la Svizzera, cala mestamente il sipario su una spedizione azzurra praticamente fallimentare.

Germania – Danimarca 2-0

Gol Musiala 2-0, Germania-Danimarca

La prima frazione si chiude senza reti, contraddistinta anche dalla sospensione arrivata al minuto 37 per il fortissimo temporale che si è abbattuto su Dortmund (costringendo l’arbitro Oliver a far rientrare le squadre negli spogliatoi). Le occasioni non mancano, a cominciare da un gol annullato a Schlotterbeck al 3’ per un blocco irregolare di Kimmich. E Schmeichel in avvio deve dire no proprio a Kimmich prima e Schlotterbeck poi. Col passare dei minuti la Danimarca comunque sale di livello e mette in apprensione i tedeschi, sfiorando anche il vantaggio al 48’ con Hojlund.

In avvio di ripresa però c’è la svolta, che diventa doppiamente negativa per i danesi. Infatti prima viene annullato, dal VAR, il potenziale 0-1 siglato da Andersen al 48’, per un offside millimetrico di Delaney sugli sviluppi dell’azione. Poi, sempre Andersen, viene punito ancora dal VAR per un tocco con la mano, all’interno della propria aerea, sul cross di Raum. L’arbitro Oliver assegna il penalty che Havertz non sbaglia. La Germania prende fiducia e al 68’ trova anche il raddoppio in contropiede con Musiala. La Germania vola ai quarti.

INFO EUROPEI 2024

DIRETTA TV E STREAMING OTTAVI DI FINALE EURO 2024

ACCOPPIAMENTI e DATE QUARTI DI FINALE EURO 2024

CALENDARIO COMPLETO FINO ALLA FINALE DI EURO 2024

Info autore


>>MIGLIORI BOOKMAKER NON AAMS