23 Luglio 2024
Home » Ultime notizie » Euro 2024, Portogallo agli ottavi (Turchia ko 3-0): il Belgio si riscatta

Euro 2024, Portogallo agli ottavi (Turchia ko 3-0): il Belgio si riscatta

Gol Bruno Fernandes, Turchia-Portogallo

In questo sabato 22 giugno si giocano tre partite valide per gli Europei 2024, le quali vanno a chiudere la seconda giornata della fase a gironi. Il programma comincia con Georgia – Repubblica Ceca alle ore 15:00 in quel di Amburgo, per poi proseguire con l’attesa sfida Turchia – Portogallo alle ore 18:00 a Dortmund. Infine, con fischio d’inizio alle ore 21:00, occhi puntati sul match Belgio – Romania in quel di Colonia.

Georgia – Repubblica Ceca 1-1

Alle ore 15:00, al Volksparkstadion di Amburgo, nel Girone F finisce 1-1 GeorgiaRepubblica Ceca. La prima frazione è un assoluto dominio da parte dei cechi, i quali però “sbattono” contro il portiere georgiano Mamadarshvili (e nel finale arriva anche la beffa). L’estremo difensore, in forza al Valencia, è subito decisivo al 4’ salvando sui tentativi in rapida successione di Hlozek, Krejici e infine Shick. L’assedio è praticamente costante e trova concretizzazione al 24’ con Hlozek, ma il suo urlo di gioia resta “strozzato” in gola, dato che il VAR annulla per uno sfortunato rimpallo sul braccio dell’attaccante.

Georgia in palese difficoltà, graziata al 27’ da Cerny che, dopo un paio di triangoli, si dimentica la sfera perdendo una grande occasione. All’improvviso però, nel primo minuto di recupero, i georgiani si guadagnano un calcio di rigore per un fallo di mano commesso da Hranec e ravvisato tramite VAR. Dal dischetto Mikautadze non sbaglia e fa 1-0. La Cechia risponde subito, ma ancora una volta è Mamadarshvili ad opporsi alla grande al sinistro di Schick.

Nel secondo tempo la Georgia parte bene e si rende pericolosa in contropiede, ma la Repubblica Ceca con merito trova il gol dell’1-1 al 59’: corner ad uscire di Coufal e colpo di testa di Lingr che colpisce il palo, ma Schick col petto mette dentro. L’attaccante ex Samp e Roma poco dopo s’infortuna, vittima di un problema al polpaccio. Nell’ultima mezz’ora le due squadre provano a vincerla e proprio al 95’ la Georgia con Lobianidze si divora il gol vittoria, calciando alto tutto solo davanti a Stanek. Finisce 1-1, che tiene ancora aperto il discorso qualificazione.

Turchia – Portogallo 0-3

Invece, ore 18:00 al Signal Iduna Park di Dortmund, l’attesa sfida Turchia – Portogallo ha visto CR7 e soci imporsi nettamente per 3-0. I turchi di Montella partono bene e si rendono pericolosi con Akturkoglu che non riesce a deviare in rete da pochi passi, ma poi sono i lusitani a prendere in mano il gioco. Una pressione costante che al 21’ si concretizza con l’1-0 Portogallo: Leao serve Mendes, il cui cross basso da sinistra viene deviato da Kokcu e diventa buono per Bernardo Silva, che con un rigore in movimento non lascia scampo a Bayindir.

La Turchia ‘sbanda’ e la fotografia perfetta di tale stato d’animo arriva al 28’: Cancelo e Ronaldo non s’intendono, sul pallone arriva Akaydin che però, con un retropassaggio senza guardare, mette fuori casa il proprio portiere Bayindir per un clamoroso autogol. Portogallo sul 2-0 e match in discesa, come anche la qualificazione.

La ripresa si apre con Martinez che sostituisce gli ammoniti Leao e Palhinha, inserendo Pedro Neto e Ruben Neves. Invece Montella manda in campo Yazici per Kokcu, ma il Portogallo al minuto 56’ trova il 3-0 che chiude la contesa: lancio profondo per Cristiano Ronaldo che scatta in posizione regolare, il numero 7 tutto solo davanti a Bayindir tocca al centro per Bruno Fernandes che deposita in rete. Portogallo agli ottavi di finale e col primato nel girone già certificato.

Belgio – Romania 2-0

A chiudere, al RheinEnergieStadion di Colonia (ore 21:00), BelgioRomania finisce 2-0. Non ci sono fasi di studio, perché il Belgio dopo appena 75 secondi passa in vantaggio: Doku entra in area da sinistra e serve Lukaku che, spalle alla porta, premia l’arrivo di Tielemans, conclusione fulminante dal limite e palla alle spalle di Nita. La Romania reagisce e Casteels viene chiamato in casa sulla girata aerea di Dragusin.

La formazione di Tedesco ha spazi per colpire in contropiede, ma senza riuscirvi con i vari Lukaku, Doku e Lukebakio. Nella ripresa la Romania parte bene con due conclusioni da fuori di Man e Mihaila, ma è De Bruyne a sfiorare il raddoppio al 52’. Il Belgio trova anche il 2-0 al 63’ con Lukaku, mandato in porta da De Bruyne, ma come successo contro la Slovacchia il VAR annulla la rete del centravanti (fuorigioco quasi impercettibile).

E poco dopo è la Romania a divorarsi il gol del pari con Man, con l’esterno offensivo del Parma che davanti a Casteels spara centralmente facendosi murare. Tuttavia il Belgio, finalmente, al 79’ trova il gol del 2-0: direttamente dal rinvio di Casteels, De Bruyne si presenta in area non venendo fermato da Dragusin e non sbaglia a tu per tu con Nita. Finisce 2-0 per il Belgio.

Articoli Correlati

ACCOPPIAMENTI, DATE E ORARI OTTAVI DI FINALE EURO 2024

CALENDARIO COMPLETO FINO ALLA FINALE DI EURO 2024

PROSSIME PARTITE EURO 2024, DOVE VEDERE IN CHIARO

Info autore


>>MIGLIORI BOOKMAKER NON AAMS