23 Luglio 2024
Home » Ultime notizie » L’Olympiakos mette le mani sulla Conference League! Fiorentina beffata ai supplementari

L’Olympiakos mette le mani sulla Conference League! Fiorentina beffata ai supplementari

Nzola, Retsos e Rodinei durante Olympiakos-Fiorentina

La Fiorentina non riesce a “cancellare” il ko della scorsa edizione contro il West Ham, perdendo contro l’Olympiakos la seconda finale consecutiva di Conference League. Dopo una partita equilibrata e con poche occasioni, i greci hanno trovato il gol vincente al minuto 116 col proprio bomber El Kaabi. E dunque altra cocente delusioni per i viola di Vincenzo Italiano, che nella prossima stagione giocheranno per la terza stagione consecutiva in questa competizione (e dunque, a “cascata”, per il Torino svanisce il sogno di tornare in Europa).

Primo tempo, 0-0 ad Atene

Il primo tempo si chiude sullo 0-0, con una Fiorentina che avrebbero probabilmente meritato qualcosa di più, ma senza essere stata in grado di concretizzare le occasioni avute. La prima occasione del match è però dell’Olympiakos, con Terracciano bravo e attento sul destro di Podence. Dall’altra parte immediata la risposta viola è pronta, ma Belotti non centra la porta.

Al minuto 10 i viola segnano anche il potenziale gol del vantaggio, su sviluppi di calcio d’angolo, ma tutto annullato per il fuorigioco di Milenkovic. Passano dieci minuti e arriva una doppia bella occasione per Bonaventura: il numero 5 prima calcia male e troppo centrale, poi viene respinto dall’uscita di Tzolakis. E dunque la prima frazione finisce a reti inviolate.

Secondo tempo, finisce senza reti

La ripresa si apre senza cambi ma con un equilibrio decisamente più accentuato. Non accade praticamente nulla di importante nel primo quarto d’ora e al 59′ Italiano manda in campo Nzola per Belotti. E proprio da un buon pallone conquistato dall’ex Spezia, che la Fiorentina crea una grande chance al 69′: Nzola vince un duello di forza e poi tocca per Dodò, il brasiliano controlla e prolunga a sinistra verso Kouamé che però strozza troppo la conclusione, favorendo la deviazione in corner di Tzolakis.

Al 73′ anche Mendilibar effettua un cambio, inserendo il grande ex Jovetic al posto di Fortounis. Mentre in casa viola spazio per Duncan in luogo di Arthur. All’80’ arriva però un grande brivido per la Fiorentina, con Iborra che svetta più in alto di tutti e di testa mette fuori di un soffio. Poco dopo Italiano si gioca altri due cambi, inserendo Barak per Bonaventura e Ikoné per Kouamé. Ma non succede altro e si va dunque ai tempi supplementari.

Tempi supplementari, decide El Kaabi

Si parte con una novità nell’Olympiacos, fuori Ortega e al suo posto entra Quini. E la formazione greca si rende molto pericolosa al 96′, quando Terraciano deve distendersi alla grande per evitare che il destro scagliato da Jovetic finisca in rete. Il secondo tempo supplementare vede la Fiorentina iniziarlo con due novità: dentro Ranieri per Biraghi e Beltran per Nico Gonzalez.

Al minuto 111 la Fiorentina si rende pericolosa con Ikoné che batte a rete col sinistro, sul pallone di Beltran, ma Tzolakis riesce a respingere in qualche modo. Tuttavia al 116′ l’Olympiakos trova il gol del vantaggio: Hezze mette un pallone velenoso in mezzo, sul quale irrompe El Kaabi che anticipa Ranieri e la gira alla spalle di Terracciano. Un colpo fatale che la Fiorentina non riesce più a parare.

Ti può interessare

DATE e CALENDARIO CONFERENCE LEAGUE 2024/2025

Info autore


>>MIGLIORI BOOKMAKER NON AAMS