23 Luglio 2024
Home » Ultime notizie » Serie A, l’Atalanta vola al quinto posto solitario: Roma ko nello scontro diretto

Serie A, l’Atalanta vola al quinto posto solitario: Roma ko nello scontro diretto

Esultanza De Ketelaere, Atalanta-Roma

La 36esima giornata della Serie A 2023/2024 è proseguita in questa domenica 12 maggio con cinque sfide. Nell’ultima, decisamente importante in chiave quinto posto, l’Atalanta ha battuto per 2-1 la Roma salendo a quota 63 punti in classifica, a più tre sui giallorossi (che hanno anche un match in più). In precedenza la Juventus non è andata oltre un pareggio casalingo per 1-1 contro la Salernitana, mentre il Verona ha perso in casa per 2-1 col Torino così come il Sassuolo è andato ko con lo stesso punteggio sul campo del Genoa. Infine da registrare il successo della Lazio per 2-0 all’ora di pranzo contro l’Empoli.

Atalanta Roma 2-1

Il primo tempo del Gewiss Stadium è un autentico dominio dell’Atalanta, con una Roma in costante difficoltà e “felice” di chiuderlo sotto solamente per 2-0. Gli orobici giocano benissimo e nel giro di 20 minuti volano sul doppio vantaggio, grazie alla doppietta di De Ketelaere. Il belga sblocca il punteggio al 18′ con un destro piazzato, dopo aver saltato troppo facilmente Mancini.

Poco dopo combinazione tra Scamacca e Koopmeiners, l’olandese anticipa Svilar e permette all’ex Milan di insaccare. Poi arrivano una quantità industriale di palle gol per i padroni di casa, colpendo due pali con De Ketelaere e Koopmeiners, prima di sfiorare ancora il tris con Pasalic al 46′. Insomma Atalanta dirompente e Roma in grandissimo affanno.

gol De Ketelaere 1-0, Atalanta-Roma

La ripresa si apre con due cambi nella Roma, dentro Bove per Paredes e Abraham per Baldanzi. Ma è ancora l’Atalanta a spingere e creare, sfiorando il tris con Scamacca. Al 58′ Gasperini cambia i due attaccanti, inserendo Touré e Lookman. Proprio quest’ultimo, De Roon e Pasalic minacciano ancora la porta giallorossa, ma non riuscendo a trovare il gol del 3-0.

E così la Roma, in qualche modo, resta in piedi e al 65′ Abraham si guadagna un calcio di rigore, venendo colpito da De Roon, dopo aver comunque già calciato. Dal dischetto Pellegrini incrocia il destro e fa 1-2. L’inerzia del match cambia e al 77′ Carnesecchi salva i suoi sul destro di Pellegrini appena dentro l’area. Nel finale la Roma attacca a testa bassa, lasciando enormi spazi alle ripartenze dei padroni di casa che però mancano ancora il tris al 92′ con Koopmeiners che mette clamorosamente alto a porta vuota. Finisce 2-1 per l’Atalanta.

Juventus – Salernitana 1-1

Nella sfida delle ore 18:00, quella giocata all’Allianz Stadium, la Juventus non è riuscita a ritrovare la vittoria, che ormai manca dallo scorso 7 aprile, impattando nell’1-1 casalingo contro la Salernitana. Un match non certamente fortunato, visto le tante chance create e i tre “legni” colpiti. In tutto questo i bianconeri hanno evitato il clamoroso ko al 91′ con la rete di Rabiot, pareggiando il gol ospite messo a segno da Pierozzi al 27′ del primo tempo.

Vlahovic e Fiorillo durante Juventus-Salernitana

A fine match il tecnico juventino, Massimiliano Allegri, ha parlato del match ma non solo: “I ragazzi sono partiti bene, per 10′ minuti abbiamo fatto bene come a Roma. Poi ci siamo disuniti e abbiamo avuto troppa fretta. Dovevamo stare attenti sulle palle inattive. Poi abbiamo avuto tante occasioni, ma non siamo riusciti a vincere. Che voto dare a questa Juve? Quando giochi queste partite che sulla carta sembrano facili, poi vanno vinte sul campo. Bisogna avere equilibrio e non disunirsi.

Non bisognava prendere gol e stare attenti. Non ha senso dare voti ora. Il mio futuro? Abbiate pazienza tanto mancano 10 giorni e saprete il futuro. Io sono concentrato solo sulle partite, ma nonostante un brutto girone siamo ancora in lotta per la Champions. Punto più basso da quando sono qui? La Juventus quest’anno doveva andare in Champions. Avremmo potuto far meglio nel girone di ritorno, ma di quello che si poteva fare ora non ha più senso parlarne”.

In coda sconfitte per Empoli, Hellas Verona e Sassuolo

Nella sfida dell’ora di pranzo, alle ore 12:30, è arrivato il successo per 2-0 della Lazio sull’Empoli. Il match dello stadio Olimpico ha visto i padroni di casa passare in vantaggio al 48′ del primo tempo con Patric, nell’ultima azione della prima frazione. Nella ripresa i biancocelesti hanno resistito alla reazione dei toscani, grazie anche agli interventi del proprio portiere Mandas, raddoppiando nel finale con Vecino.

Successivamente, alle ore 15:00, si giocavano altre due partite, importanti in chiave salvezza. Al Bentegodi l’Hellas Verona è andato ko contro il Torino, cedendo per 2-1. Dopo un primo tempo chiuso senza reti, gli scaligeri sono anche passati in vantaggio al 67′ con Swiderski. Ma poi i granata hanno rimontato, andando a segno con Savva al 77′ e Pellegri all’83’. Infine perde anche il Sassuolo per 2-1 al Luigi Ferraris contro il Genoa. Anche qui emiliani andati avanti col rigore di Pinamonti al 31′, ma rimontati dai liguri nella ripresa in gol con Badelj al 56′ e l’autorete di Kumbulla al 63′.

Info Serie A 2023/2024

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2023/2024

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

Info autore


>>MIGLIORI BOOKMAKER NON AAMS