23 Luglio 2024
Home » Ultime notizie » Champions League, il Real vola in finale a “modo suo”: 2-1 in rimonta al Bayern

Champions League, il Real vola in finale a “modo suo”: 2-1 in rimonta al Bayern

Esultanza Real Madrid

Dopo l’approdo del Borussia Dortmund alla finale del 1° giugno in quel di Wembley, è il Real Madrid la seconda squadra finalista della Champions League edizione 2023/2024. Dopo aver pareggiato per 2-2 in Germania sul campo del Bayern Monaco la settimana scorsa, i blancos di Carlo Ancelotti si sono imposti in rimonta per 2-1 al Santiago Bernabeu con una rimonta ormai diventata consuetudine. Sotto 0-1 sino all’88’, rete di Davies per i bavaresi, la formazione spagnola è andata a segno con la doppietta di Joselu (88′ e 91′).

Primo tempo, meglio il Real ma è 0-0

Nessun gol, ma tante occasioni e parecchio spettacolo nel primo tempo giocato in una grande atmosfera al Santiago Bernabeu. E dunque col 2-2 dell’andata, in caso di ulteriore parità al 90′, si andrebbe ai supplementari. Nella prima frazione si disimpegna meglio il Real, specie in avvio, vicinissimo al gol dopo 13 minuti: prima Vinicius colpisce un clamoroso palo, poi sul tap-in di Rodrygo è Neuer a compiere un grandissimo intervento.

Al 26′ il Bayern perde Gnabry per un problema muscolare, dentro Davies al suo posto. E poco dopo Kane fa venire un brivido al Real, con un destro al volo dal limite che Lunin devia fuori. Ma nel finale è nuovamente la formazione di Ancelotti a rendersi pericolosa, con un cross di Vinicius che, non toccato da nessuno, si trasforma in un tiro velenoso che Neuer è bravo a deviare in corner. All’intervallo si va dunque sul punteggio di 0-0.

Esultanza gol Davies, Real Madrid-Bayern Monaco

Secondo tempo, il Real la ribalta a “modo suo”

La ripresa si apre con un Bayern pericoloso due volte con Davies e Kane, ma dall’altra parte c’è un Vinicius incontenibile. Il brasiliano prima offre un gran pallone a Rodrygo che mette fuori di poco, poi salta praticamente tutti e con un destro potentissimo esalta il riflesso di Neuer. I blancos attaccano ma si scoprono e dopo un intervento di Lunin su Musiala, il Bayern sblocca il punteggio al 68′ con Davies: Kane viene incontro allargando il gioco a sinistra sul canadese che si accentra per portarsi il pallone sul destro e batte Lunin con un gran tiro a giro.

A quel punto Ancelotti manda in campo Modric e Camavinga, col Real che trova anche il gol dell’1-1 in mischia con un’autogol. Ma tutto viene reso vano dall’intervento del VAR, che ravvisa la chiara irregolarità di Nacho su Kimmich. Il Bayern in contropiede resta sempre temibile e al 75′ Kane spara sull’esterno della rete da ottima posizione. Tuchel manda in campo Kim per Sané, mentre Ancelotti all’81’ si gioca l’all-in con Joselu per Valverde e Brahim Diaz per Rodrygo.

Dall’altra parte Tuchel manda in campo Muller per Musiala e Choupo-Moting per Kane a cinque giri di lancette dal 90′, ma il Real Madrid, come quasi sempre accade, resta in piedi e pareggia all’88’: destro di Vinicius dal limite che Neuer non trattiene e proprio Joselu mette dentro da pochi passi. E lo stesso attaccante ex Espanyol, al 91′, ribalta il punteggio mettendo dentro un assist di Rudiger (gol convalidato col VAR visto che il difensore tedesco non era in offside).

Info Champions League 2023-2024

ACCOPPIAMENTI E DATE SEMIFINALI

CALENDARIO CHAMPIONS LEAGUE 2023/2024 SINO ALLA FINALE

Info autore


>>MIGLIORI BOOKMAKER NON AAMS