23 Luglio 2024
Home » Ultime notizie » L’Inter vince lo Scudetto della seconda ‘Stella’ nel Derby! Milan ancora ko nella stracittadina

L’Inter vince lo Scudetto della seconda ‘Stella’ nel Derby! Milan ancora ko nella stracittadina

Gol Thuram 0-2, Milan-Inter

Era tutto “apparecchiato” per la chiosa finale sulla Serie A 2023/2024 e l’Inter non ha mancato l’appuntamento con la storia: vittoria nel derby contro il Milan e Scudetto della seconda Stella in cassaforte. Il 20° titolo di campione è arrivato battendo i rossoneri per 2-1 del Meazza, andando a segno con Acerbi e Thuram. E così sono diventate sei le stracittadine vinte consecutivamente dell’Inter, che avranno anche come conseguenza, seppur non diretta, la fine dell’avventura di Stefano Pioli sulla panchina del Milan.

Milan – Inter 1-2

Il primo tempo del Meazza comincia con l’Inter a dettare il gioco e un Milan, messo in campo col 3-5-2 da Pioli, sulla difensiva. Dopo un paio di pericolose trame non andate a buon fine, i nerazzurri sbloccano comunque il punteggio al 18′: corner di Calhanoglu, Pavard spizza la palla a centro area per Acerbi che, solo a due passi da Maignan, di testa firma lo 0-1.

Ancora una volta difesa rossonera “imbambolata” e distratta. Il Milan accusa il colpo e al 25′ viene graziato da Lautaro, che mette clamorosamente fuori da pochi passi il pallone rasoterra messo al centro da Thuram. Finalmente si presentano anche i rossoneri dalle parti di Sommer al 29′, col portiere svizzero chiamato ad essere pronto a reattivo da Leao, innescato da una rapida ripartenza. Tuttavia l’Inter quando attacca fa male e al 38′ è Thuram a divorarsi il raddoppio, allargando troppo un destro a botta sicura con la porta spalancata.

Il match si accede e al 40′ anche il Milan sfiora il pari, ma Sommer è nuovamente pronto sulla girata di Calabria. Sul capovolgimento di fronte altra chance per i nerazzurri, ma questa volta è Maignan ad opporsi al sinistro, troppo centrale, di Mkhitaryan. All’intervallo Inter avanti e momentaneamente Campione d’Italia.

Gol Acerbi 0-1, Milan-Inter

La ripresa si apre senza cambi, ma dopo appena quattro minuti arriva già il 2-0 dell’Inter: come all’andata Thuram prende palla in zona offensiva sulla sinistra, rientra sul destro e con un rasoterra fredda Maignan sul suo palo. A quel punto Pioli cambia, “sconfessando” sé stesso, mandando in campo Giroud per Reijnders e tornando al 4-2-3-1. Ma il Milan appare sfiduciato e svuotato, non accennando alcuna reazione.

Al 68′ Pioli manda in campo Chukwueze, ancora una volta tardivamente, al posto di Loftus-Cheek, e Bennacer per Adli. Al 74′ Pulisic ha una buona chance, ma l’americano da ottima posizione scaraventa alto il suo mancino. Poco dopo arrivano anche due cambi per Simone Inzaghi, che manda in campo Frattesi per Barella e Carlos Augusto per Dimarco (l’ultimo cambio rossonero è Okafor per Musah).

E all’improvviso il match si riapre: cross di Chukwueze per Leao, sponda al centro per Gabbia che costringe miracolo al grande intervento sul palo, ma il tap-in di Tomori è vincente. I nerazzurri soffrono e poco dopo il Milan sfiora il pari, con Okafor fermato da Sommer e Pavard nei pressi della linea di porta. Inzaghi manda in campo anche Dumfries per Darmian e Asslani per Calhanoglu, con un finale “arroventato” che porta alle espulsioni dirette di Theo Hernandez e dello stesso Dumfries al 95′, e poco dopo anche per Calabria. Non succede altro, finisce 2-1. La festa dell’Inter può partire ufficialmente, sotto gli occhi dei tifosi milanisti …

Roma – Bologna 1-3

Nella sfida del tardo pomeriggio, alle ore 18:30, è maturato il successo per 3-1 del Bologna sul campo della Roma, piazzando un colpaccio che profuma di Champions League per i felsinei. La sfida dell’Olimpico ha visto i rossoblù andare avanti 2-0 già nel primo tempo, sbloccando il punteggio al 14′ con la splendida acrobazia di El Azzouzi e raddoppiando poco prima dell’intervallo con Zirkzee (45′).

Gol El Azzouzi 0-1, Roma-Bologna

In avvio di ripresa i giallorossi hanno accorciato le distanze con Azmoun (56′), ma l’1-3 di Saelemaekers in contropiede al 65′ ha chiuso i conti. Un successo che ha proiettato gli emiliani a quota 62 punti, consolidando il quarto posto e portandosi a meno due dalla Juventus. Invece i capitolini di De Rossi sono rimasti fermi in quinta piazza con 55 punti, in attesa di giocare giovedì sera la parte finale del match sul campo dell’Udinese (ripartendo dal risultato di 1-1).

Al termine del match il tecnico bolognese, Thiago Motta, ha commentato: “Ho detto ai ragazzi che sono orgoglioso di essere il loro allenatore. Sono venuti qui su un campo difficile, contro una squadra forte, e hanno fornito una prestazione di grandissimo livello, sia offensivamente che difensivamente. I ragazzi si aiutano, comunicano, e poi quando hanno la palla si vede che hanno qualità e si divertono insieme. Il Mio futuro? Voglio continuare col mio Bologna, sto molto bene e sono molto felice”.

Info Serie A 2023/2024

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2023/2024

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

Info autore


>>MIGLIORI BOOKMAKER NON AAMS