Home » Ultime notizie » Coppa Italia, Juventus più vicina alla finale: Lazio battuta 2-0

Coppa Italia, Juventus più vicina alla finale: Lazio battuta 2-0

Esultanza Chiesa e Vlahovic, Juventus-Lazio

La prima semifinale di andata della Coppa Italia ha visto la Juventus imporsi col punteggio di 2-0 contro la Lazio, mettendo in cassaforte un ottimo vantaggio in vista del return match. Dopo una prima frazione chiusa senza reti, i bianconeri hanno piazzato l’uno-due decisivo con le firme di Chiesa al 50′ e Vlahovic al 64′. Ricordiamo che la semifinale di ritorno, allo stadio Olimpico di Roma, è in programma martedì 23 aprile.

Primo tempo a reti inviolate

La prima frazione di gioco finisce senza reti, non senza note da registrare. A cominciare dall’episodio del minuto 11, destinato a far discutere: su un pallone vagante in area di rigore, Vecino non vede l’arrivo alle sue spalle di Cambiaso, calciando il piede dello juventino invece della sfera. Rigore netto che l’arbitro Massa fischia senza esitazione. Ma dal VAR c’è il richiamo all’on-field review, che porta all’annullamento del penalty per un fuorigioco dello stesso Cambiaso sul colpo di testa di Vlahovic e il tocco successivo di Patric, non considerata giocata. Dubbi, tanti dubbi.

Nel frattempo la Lazio perde Zaccagni per un problema alla caviglia sinistra, a seguito di un contrasto con Gatti, con Tudor che manda in campo Isaksen. Dopo un buon primo quarto d’ora, la Juventus si abbassa progressivamente, lasciando campo ai biancocelesti. Un atteggiamento che parte del pubblico juventino (non la Curva Sud) ha contestato, rumoreggiando prima e poi fischiando a fine primo tempo. Prima dell’ingresso negli spogliatoi però, Lazio vicina al vantaggio: Patric va al cross dalla destra trovando Luis Alberto, che di testa colpisce la traversa con un Perin sorpreso dalla traiettoria del pallone.

Arbitro Massa durante Juventus-Lazio

Secondo tempo, a segno Chiesa e Vlahovic

Il secondo tempo si apre con un secondo cambio nella Lazio, con Casale a prendere il posto di Patric. Ma anche col quasi immediato vantaggio della Juventus al 50′: Cambiaso con una grande verticalizzazione lancia a rete Chiesa, il numero 7 tutto solo davanti a Mandas non sbaglia col destro. Decisamente colpevoli i biancocelesti, rei di un piazzamento difensivo errato.

La formazione di Tudor fatica a reagire, mentre la Juventus prende totalmente fiducia e al 64′ trova anche il 2-0: questa volta è McKennie a innescare Vlahovic, il serbo punta Casale e poi col sinistro batte Mandas con un preciso interno sinistro sul palo più lontano. Al 73′ Tudor cerca di ridestare i suoi, mandando in campo Kamada per Luis Alberto e Castellanos per Immobile.

Solo all’81’ Allegri decide di inserire forze fresche, con Weah per Cambiaso e Yildiz per Chiesa. E proprio il giovanissimo talento turco si mette subito in mostra con una grande azione personale, che porta i bianconeri a sfiorare il tris con Weah. Nei minuti finali c’è spazio anche per Alex Sandro, Alcaraz e Kean nella Juventus, per gestire al meglio i cinque minuti di recupero.

Articoli correlati

ACCOPPIAMENTI E DATE SEMIFINALE COPPA ITALIA 2024

TABELLONE COMPLETO COPPA ITALIA 2023/2024

Info autore