Home » Ultime notizie » Champions League, il Napoli soffre ma poi rialza la testa: col Barcellona finisce 1-1

Champions League, il Napoli soffre ma poi rialza la testa: col Barcellona finisce 1-1

Gol Osimhen 1-1, Napoli-Barcellona

Il programma dell’andata degli ottavi di Champions League si è completato con gli ultimi due match in questo mercoledì 21 febbraio. In quello più atteso il Napoli ha pareggiato per 1-1 contro il Barcellona, rimontando con Osimhen l’iniziale svantaggio subito in avvio di ripresa a firma Lewandowski. Nell’altra sfida invece il Porto ha sconfitto per 1-0 l’Arsenal all’Estadio Do Dragao, con la rete decisiva di Galeno al 94′.

Napoli – Barcellona 1-1

Il primo tempo del Diego Armando Maradona si chiude senza reti, ma sicuramente meglio il Barcellona che costruisce almeno tre nitide occasioni. Ci prova subito Lamine Yamal al 4′ con un mancino dal limite che termina fuori. Poi è invece Meret a diventare protagonista, salvando al 9′ sempre su Yamal e al 22′ sulla girata di Lewandowski imbeccato da Cancelo.

Il Napoli soffre e al 23′ rischia ancora, col portiere azzurro che si oppone anche a Gundogan. Nella seconda metà della prima frazione i campani riescono ad arginare meglio la manovra dei catalani, mentre in fase offensiva Osimhen e soci non calciano mai verso la porta di Ter Stegen. All’intervallo si va comunque sul punteggio di partenza.

Kvaratskhelia e Yamal durante Napoli-Barcellona

La ripresa si apre senza cambi ma con un Barcellona sempre molto propositivo e al 60′ arriva il quasi inevitabile gol blaugrana: Pedri imbuca in area per Lewandowski, il polacco controlla, finta una volta la conclusione e poi batte Meret con un preciso destro rasoterra. Il Napoli non reagisce e poco dopo rischia ancora su un mancino da fuori di Pedri che Meret disinnesca con un brivido in corner.

Grandi difficoltà per gli azzurri con Calzona che al 68′ manda in campo Traoré per Cajuste e Lindstrom per Kvaratskhelia. I partenopei provano a reagire e al 75′, quando era già pronto il cambio con Simeone, è Osimhen a siglare il gol dell’1-1: Anguissa lo trova in area di rigore, il nigeriano vince il corpo a corpo con Inigo Martinez, che termina anche a terra, e col destro spiazza Ter Stegen. A quel punto il Napoli ci crede e approfitta di un Barcellona “vittima” delle proprie paure. Ma finisce 1-1, col brivido finale creato dal sinistro di Gundogan dal limite al 95′ che sfiora il palo.

Porto – Arsenal 1-0

Nell’altra sfida di serata si affrontavano Porto e Arsenal all’Estadio Do Dragao. Le due squadre giocano un primo tempo decisamente equilibrato, anche se è dei lusitani la più grande chance per sbloccare il punteggio al 21′: cross dalla destra con Galeno che gira a rete colpendo un palo clamoroso, l’attaccante torna sulla sfera ma la spedisce incredibilmente fuori a porta spalancata. Nella ripresa l’equilibrio regna ancora sovrano e sembra tutto scritto per lo 0-0, ma al minuto 94 il Porto trova il gol dell’1-0 con un gran destro a giro di Galeno.

Info Champions League 2023-2024

DATE E ACCOPPIAMENTI OTTAVI DI FINALE FEBBRAIO-MARZO 2024

CALENDARIO CHAMPIONS LEAGUE 2023/2024 SINO ALLA FINALE

Info autore