Home » Ultime notizie » F1, GP Monza e Imola 2024: prezzi biglietti e info

F1, GP Monza e Imola 2024: prezzi biglietti e info

Formula 1

Neanche il tempo di archiviare il campionato 2023 di F1, con il dominio di Max Verstappen, che gli appassionati già pensano al prossimo anno. In particolar modo, ovviamente, in Italia l’attenzione è rivolta ai Gran Premio che si correranno a Imola, dal 17 al 19 maggio, e soprattutto a Monza, dal 30 agosto al 1 settembre.

F1, biglietti di Imola e Monza in vendita

Da lunedì 4 dicembre è possibile acquistare i biglietti per i gran Premio di F1 che si correranno a Monza e Imola su TicketOne e sui siti ufficiali degli autodromi di Monza e Imola. Si possono acquistare tagliandi sia per tutto il weekend che per la giornata singola. Per quanto riguarda i weekend di Imola si parta da una tariffa base di 90 euro fino ad un massimo di 850 euro. Sulle giornate singole, invece, per assistere alle prove libere del venerdì si parte da 50€ fino a 120€. Il sabato le tariffe partono da una base di 70€ fino a 250€. Prezzi più alti per il main event della domenica, da un minimo di 100€ ad un massimo di 660 euro.

Su Monza i prezzi si dividono in questo modo: il biglietto singolo per le prove libere parte da 50 a 120 euro, per la giornata di sabato i costi partono da 75 a 300 euro ed infine per la gara, da 125€ a 800 euro. Qualora vogliate invece acquistare l’abbonamento dal venerdì alla domenica, i prezzi partono da un minimo di 120€ ad un massimo di 1.098€.

Le prospettive Ferrari

Leclerc-Ferrari, Gp Austria 2020

In F1 ci sono sempre grandi aspettative sulla Ferrari anche se Frederic Vasseur, al campionato d’esordio come team principal Ferrari lo scorso anno, non ha voluto sbilanciarsi in prospettiva futura, come riportato da Autosport, tornando anche sullo scorso campionato.

Lo scorso campionato: “Di sicuro penso che il livello di aspettativa fosse un po’ troppo alto all’inizio della stagione. Abbiamo capito subito la situazione dopo un paio di giri in Bahrain e anche un paio di giri al simulatore prima del Bahrain. Ma quello che terrei a mente in questa stagione è la reazione della squadra. Abbiamo avuto un momento difficile ma dopo Jeddah, Miami, Spagna o Zandvoort, Zandvoort non è così lontana ed eravamo quasi doppiati. Da Zandvoort abbiamo fatto collettivamente un enorme passo avanti e questo è positivo per il futuro. È su questa progressione che possiamo costruire per il prossimo anno”.

Il futuro: “Non so se andrà meglio l’anno prossimo, nessuno lo sa. È sempre una questione di confronto. Se riesci a recuperare un secondo e gli altri fanno 1,5 allora sembri stupido. Ma se fanno cinque decimi allora sembri un eroe. Non voglio essere troppo ottimista perché probabilmente è stato uno dei problemi che abbiamo avuto la scorsa stagione. Dobbiamo solo concentrarci su quello che stiamo facendo e non pensare all’esito del campionato prima che venga vinto o guardare la cerimonia di premiazione prima del Bahrain”.

Le ultime notizie sulla F1

Info autore