Home » Serie A, tris Milan al Frosinone: Lazio di misura sul Cagliari

Serie A, tris Milan al Frosinone: Lazio di misura sul Cagliari

Gol Jovic, Milan-Frosinone

La quattordicesima giornata della Serie A 2023/2024, iniziata venerdì sera col successo in extremis della Juventus, è proseguita in questo sabato 2 dicembre con tre match. Nell’ultimo di questi il Milan di Stefano Pioli, sempre in emergenza per i tanti assenti, ha battuto per 3-1 il Frosinone dando continuità al successo sulla Fiorentina. In precedenza la Lazio di Maurizio Sarri ha piegato in casa per 1-1 il Cagliari, mentre nel pomeriggio Genoa ed Empoli hanno pareggiato per 1-1.

Milan – Frosinone 3-1

La prima frazione del Meazza, dopo un sostanziale equilibrio e praticamente nessuna occasione da gol, si accende nel finale. A cominciare dal 42′, quando è il Frosinone con Cuni a divorarsi il vantaggio: gravissimo errore di Tomori, l’attaccante albanese gli soffia la sfera e si presenta tutto solo in area. Con Maignan in uscita tenta il pallonetto, ma il francese si oppone deviando in angolo. E così il Milan passa dal possibile 0-1 all’1-0 firmato Jovic al 43′: ripartenza rapida dei rossoneri con Loftus-Cheek che allarga per Chukwueze, il pallone crossato dal nigeriano è alzato da Romagnoli trasformandosi in un assist per il serbo che, con un pregevole sinistro al volo, batte inesorabilmente Turati.

Il secondo tempo si apre con Brescianini per Bourabia nel Frosinone, ma soprattutto col 2-0 del Milan al minuto 50: lancio illuminante di Maignan per Pulisic, che, dopo un controllo pregevole, entra in area resistendo alla pressione di Okoli e batte sull’uscita Turati con un morbido tocco sotto. Pioli manda in campo Adli per Chukwueze e al 74′ arriva anche il 3-0: corner battuto all’indietro per Theo, traversone sul secondo palo dove Jovic fa da uomo assist per Tomori che sotto porta non sbaglia. Nel finale entrano Pobega, Traoré e soprattutto Bennacer, quest’ultimo assente da ben 206 giorni. C’è spazio per il gol della bandiera per il Frosinone all’82’, con la punizione dell’ex Brescianini. Poco dopo spazio per il giovanissimo Camarda, alla seconda presenza nel giro di una settimana.

Lazio – Cagliari 1-0

Il secondo match di giornata, giocato alle ore 18:00, ha visto la Lazio avere la meglio di misura sul Cagliari per 1-0 con la rete al minuto 8 di Pedro sull’assist di Lazzari. La sfida dell’Olimpico ha visto i biancocelesti giocare anche con l’uomo in più dal 27′ per l’espulsione di Makoumbou, non riuscendo però ad approfittarne. Anzi, nel finale, gli ospiti hanno sfiorato due volte il pari, prima con Pavoletti (“miracolo” di Provedel) e poi con Oristanio. Un finale di match non andato giù a gran parte dei presenti sugli spalti, che non hanno risparmiato fischi ai propri beniamini.

Pedro e Zappa durante Lazio-Cagliari

Al termine del match non ha parlato Maurizio Sarri, influenzato, ma il suo vice Giovanni Martusciello: “La partita si è messa in una posizione estremamente favorevole, con il vantaggio e la superiorità numerica. Si cerca di commettere meno errori e si diventa prevedibili. La partita così ha preso una piega e sapevamo viste le loro caratteristiche, che nel finale avrebbero messo queste palle lunghe. L’Olimpico ha fischiato nonostante la vittoria? Fischiano per la vittoria perché hanno visto l’1-0 contro una squadra in dieci. Ne ho viste di squadre che fanno peggio di noi e vincono. Stanno anche qui vicino a noi e sapete cosa intendo. Qui si cerca sempre il lato negativo”.

Genoa – Empoli 1-1

Nel match inaugurale di questo sabato, Genoa ed Empoli si sono spartite la posta in palio con l’1-1 finale del Luigi Ferraris. Il risultato si è sbloccato al 37′ del primo tempo con l’ennesimo sinistro dalla distanza di Malinovsky, ma i toscani nella ripresa hanno riagguantato la parità grazie alla firma di Cancellieri al minuto 67. Al termine della contesa il tecnico dei rossoblù, Alberto Gilardino, ha commentato con un pizzico di rammarico:

“Nel primo tempo siamo andati in vantaggio e abbiamo avuto opportunità per raddoppiare. L’Empoli ci ha creato qualche difficoltà nelle ripartenze. Nel secondo tempo siamo calati, abbiamo avuto troppa frenesia nelle giocate e hanno pareggiato. Negli ultimi minuti sono capitate situazioni che se eravamo un po’ più lucidi potevamo vincerla. Sono comunque soddisfatto di quanto ha dimostrato la squadra, c’è la volontà di migliorare le imperfezioni”.

Info Serie A 2023/2024

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2023/2024

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

Info autore