Home » Ultime notizie » F1, dominio RedBull senza precedenti ma manca un record a Verstappen

F1, dominio RedBull senza precedenti ma manca un record a Verstappen

Max Verstappen, Red Bull

Un dominio senza precedenti quello visto in Formula Uno nell’anno solare 2023. Una F1 all’insegna della RedBull e di Max Verstappen. I numeri testimoniano come si sia trattato di un anno incredibile, con record su record che evidenziano come sarà difficilmente ripetibile in futuro.

I record di Verstappen in F1

Le 19 vittorie in 22 gare apportano una percentuale di successo pari all’86,4%. Significa aver migliorato oltre ogni equivoco di sorta il primato dell’Alberto Ascari del 1952, che conquistò 6 degli 8 appuntamenti validi per quel Mondiale. La statistica più clamorosa riguarda però la porzione di campionato iridato trascorso in testa nell’arco dell’intero anno. Se guardiamo ai chilometri, il ventiseienne olandese ne ha percorsi al comando 4.914 su 6.700 (73,3%). Se invece ci riferiamo ai giri, siamo a 1.003 su 1.325 (75,7%).

C’è solo un record mancato, ed è quello che fu realizzato da Michael Schumacher nel 2002, quando andò a podio in tutte le gare disputate. Cosa che non è riuscita a Verstappen a causa del Gran Premio di Singapore, in cui il pilota olandese si è piazzato al quinto posto.

Le parole di Verstappen

Max Verstappen ai microfoni di Sky ha voluto esaltare il lavoro del proprio team, sottolineando come questa stagione sia difficilmente ripetibile in F1:

“La stagione è stata incredibile. Sono stato un po’ emozionato nel giro di rientro, era l’ultima volta che ero su una macchina che mi ha dato tantissimo. Devo ringraziare tutti in Red Bull, non sarà facile ripetersi. Dovremo lavorare tantissimo per ripeterci. Si vuole sempre fare meglio, stiamo già lavorando sodo per l’anno prossimo per avere una macchina competitiva, siamo pronti per la battaglia ma gli altri non dormono. Questa annata è stata incredibile per la F1, sempre esaurito ovunque siamo andati”.

Info autore