Home » Serie A, botta e risposta Vlahovic-Lautaro: Juventus-Inter finisce 1-1

Serie A, botta e risposta Vlahovic-Lautaro: Juventus-Inter finisce 1-1

Chiesa e Darmian durante Juventus-Inter

La tredicesima giornata della Serie A 2023/2024, dopo i tre match del sabato, è proseguita in questa domenica 26 novembre con cinque partite. L’ultima di queste, a dir poco attesissima, ha visto Juventus e Inter pareggiare per 1-1 con le reti di Vlahovic e Lautaro Martinez. E così i nerazzurri sono rimasti in vetta a +2 sui bianconeri. In precedenza la Roma di Mourinho ha battuto per 3-1 l’Udinese, salendo al quinto posto della graduatoria. Nelle due sfide delle ore 15:00 il Frosinone ha piegato il Genoa per 2-1 allo Stirpe mentre il Sassuolo ha espugnato il campo dell’Empoli nel pirotecnico 3-4 finale. Infine, all’ora di pranzo, pareggio per 1-1 tra Cagliari e Monza all’Unipol Domus.

Juventus – Inter 1-1

Dopo un avvio intenso e combattuto, il match si accende e nel giro di sei minuti, a cavallo della mezz’ora, arriva un botta e risposta che fissa il punteggio sull’1-1. Il risultato si sblocca al 27′ ed è la Juventus a passare in vantaggio: Vlahovic avvia l’azione servendo Chiesa che abbassa la testa e cambia passo, palla di ritorno perfetta per il serbo bravo a piazzarla di prima intenzione alle spalle di Sommer. L’Inter però si riorganizza e al 33′ arriva il gol dell’1-1 di Lautaro Martinez: Sommer serve Dumfries che fa correre Barella, palla in profondità per Thuram, intelligente nel leggere il movimento dell’argentino che la incrocia sul secondo palo.

La ripresa si apre senza cambi e con una buona chance per l’Inter, ma Thuram colpisce male, servito da Mkhitaryan, favorendo il facile intervento di Szczęsny. Col passare dei minuti la sfida diventa sempre più spezzettata e con tante interruzioni, non favorendo lo spettacolo. Al 61′ Allegri manda in campo Locatelli per Nicolussi Caviglia, mentre Simone Inzaghi al 70′ risponde con Carlos Augusto per Dimarco e soprattutto il “fischiatissimo” Cuadrado per Dumfries. A dieci dalla fine, Allegri cambia il suo attacco inserendo Milik per Chiesa e Kean per Vlahovic, poco dopo dentro Asslani per Calhanoglu tra i nerazzurri (all’88’ spazio anche per Frattesi, Arnautovic e Alex Sandro). Finisce 1-1, dopo un secondo tempo senza correre rischi.

Roma – Udinese 3-1

Il primo posticipo domenicale ha visto la Roma imporsi per 3-1 contro l’Udinese, salendo al quinto posto con 21 punti a meno tre dal Napoli. I giallorossi hanno sbloccato il punteggio al 20′ con Mancini, subendo però il pari friulano di Thauvin al 57′. Ma nel finale i capitolini hanno allungato, tornando avanti all’81’ con Dybala (dopo una splendida combinazione con Azmoun e Lukaku), e chiudendo i conti al 90′ col destro a giro di El Shaarawy. I bianconeri, con questo stop, sono rimasti fermi con 11 punti a più uno sulla zona retrocessione.

Dybala-Ebosele durante Roma-Udinese

Al termine del match vinto dai suoi ragazzi all’Olimpico, il tecnico José Mourinho ha commentato: “Era una partita facile da chiudere. Non l’abbiamo fatto e questo porta alla reazione dell’avversario. Per fortuna, e merito anche nostro, la reazione è stata forte dall’1-1. Oggi guardavo la panchina da destra a sinistra e ho avuto modo di cambiare, poi la risposta c’è stata. Ci piace attaccare sotto la porta della Curva, sembra che il gruppo voglia fare record di punti nei minuti finali. Zona Champions a tre punti. È fiducioso? No. Siamo ancora una squadra di alti e bassi, a volte sono sorpreso da aspetti positivi e altri negativi. Se Renato Sanches torna e Smalling torna forte a gennaio, andremo con forza all’assalto”.

Vola il Frosinone, Empoli-Sassuolo 3-4 | Pari a Cagliari

Nelle altre sfide, quelle giocate tra le ore 12:30 e le 15:00, iniziamo dal successo casalingo di misura di un sempre più convincente Frosinone nel 2-1 col Genoa. Dopo un primo tempo chiuso sull’1-1, con le reti di Soulé (34′) e Malinovsky (38′), i ciociari si sono imposti al minuto 94 con la firma di Monterisi, volando in alto con 18 punti in classifica. Mentre i liguri restano fermi con 14 punti a più quattro sulla zona retrocessione.

Vince anche il Sassuolo nel “pazzo” incontro del Castellani contro l’Empoli, imponendosi al 92′ nel pirotecnico 4-3 finale. La prima frazione si è chiusa già sul 2-2, con le reti nell’ordine di Caputo (rigore), Pinamonti, Matheus Henrique e Fazzini. Nella ripresa Berardi su rigore riporta avanti gli emiliani, ma nel finale succede ancora tanto: prima il 3-3 toscano di Kovalenko, poi ancora il numero 10 ospite al 92′ decide la contesa. Il lunch match ha visto infine arrivare un pareggio per 1-1 tra Cagliari e Monza: vantaggio rossoblù con Dossena al 10′ e pari brianzolo di Maric al 61′.

Info Serie A 2023/2024

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2023/2024

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

Info autore