23 Luglio 2024
Home » Ultime notizie » Qual. Euro 2024, l’Italia domina, si “addormenta” e poi dilaga: Macedonia ko 5-2

Qual. Euro 2024, l’Italia domina, si “addormenta” e poi dilaga: Macedonia ko 5-2

Esultanza Italia

L’Italia di Luciano Spalletti batte la Macedonia del Nord, scacciando gli incubi del passato, nonostante il terzo rigore consecutivo fallito da Jorginho e un secondo tempo sulle “montagne russe”. Il 5-2 dell’Olimpico contro i macedoni permette agli Azzurri di raggiungere l’Ucraina al secondo posto in classifica con 13 punti. Adesso la nazionale italiana, lunedì 20 novembre, sarà impegnata nell’ultimo match del girone C proprio contro gli ucraini a Leverkusen, dove servirà almeno un pareggio. Infatti, in caso di ko, Donnarumma e compagni sarebbero costretti a giocarsi la qualificazione agli spareggi.

FORMAZIONI UFFICIALI ITALIA – MACEDONIA DEL NORD – Dando uno sguardo alle formazioni ufficiali, Luciano Spalletti conferma il modulo 4-3-3 con questi 11 iniziali: Donnarumma in porta, con Darmian, Gatti, Acerbi e Dimarco in difesa. A centrocampo il trio formato da Barella, Jorginho e Bonaventura, mentre in avanti spazio per Berardi e Chiesa sulle fasce con Raspadori punta centrale. Dall’altra parte 3-4-2-1 per Blagoja Milevski, con Bardhi ed Elmas alle spalle di Miovski.

Primo tempo, 3-0 Italia “nonostante” Jorginho

Si comincia subito con un “brivido” per l’Italia, quando Chiesa viene colpito duramente al ginocchio da Dimoski. L’esterno azzurro fatica a riprendere il campo, ma poi il dolore fortunatamente sparisce. Gli Azzurri comandano e, dopo un gol annullato a Raspadori, trovano il vantaggio al 17′: scambio corto dalla bandierina, traversone di Raspadori che trova sul secondo palo la deviazione aerea vincente di Darmian. Dopo un altro paio di chance, l’Italia si guadagna un rigore al 38′: Gatti colpisce di testa ma il pallone viene stoppato con la mano da Serafinov.

Gol Darmian, Italia-Macedonia

Dal dischetto si presenta “ancora” Jorginho e “ancora” una volta arriva un errore, con un destro debole e non angolato che Dimitrievski neutralizza. Fortunatamente però l’Italia non si scompone, soprattutto non lo fa Chiesa. Infatti il numero 14, tra il 40′ e il 47′, mette a referto una doppietta. Il gol del 2-0 arriva al 41′ con una violenta conclusione da fuori, mentre il tris poco prima dell’intervallo con un destro a giro che, deviato da Manev, diventa imparabile per l’estremo difensore macedone.

Secondo tempo, l’Italia si “addormenta” e poi dilaga

La ripresa si apre con tre cambi nella Macedonia e gli ospiti trovano subito il gol dell’1-3: sugli sviluppi di un corner, Alioski effettua un cross per l’inserimento centrale di Atanasov che batte Donnarumma. Gli Azzurri reagiscono e sfiorano il poker al 57′ con Dimarco, ma poi si spengono. I cambi al 62′ effettuati da Spalletti non cambiano l’inerzia, con l’ingresso in campo di Cristante, Frattesi e Zaniolo.

La Macedonia prende fiducia e quasi incredibilmente al 75′ riapre la contesa dell’Olimpico, con un destro da fuori sempre di Atanasov che, deviato da Acerbi, spiazza Donnarumma. Poco dopo Spalletti sostituisce un Berardi in serata decisamente storta, inserendo El Shaarawy. Per non vivere un finale di apprensione servirebbe il gol del 4-2 e questo arriva al minuto 82: Raspadori viene servito nello spazio, l’attaccante del Napoli sfida Musliu e lo supera calciando in diagonale mettendo il pallone nell’angolino. E prima del fischio finale c’è tempo anche per il 5-2 siglato da El Shaarawy con un sinistro preciso. Finisce 5-2, adesso testa all’Ucraina.

Articoli correlati Euro 2024

CALENDARIO ITALIA PARTITE QUALIFICAZIONI EURO 2024

QUANDO SI GIOCANO GLI EUROPEI? CALENDARIO, DATE INIZIO E FINE

Info autore


>>MIGLIORI BOOKMAKER NON AAMS