25 Luglio 2024
Home » Ultime notizie » Il Milan è in semifinale di Champions League, al Napoli non basta l’1-1! Vola anche il Real Madrid

Il Milan è in semifinale di Champions League, al Napoli non basta l’1-1! Vola anche il Real Madrid

Gol Giroud, Napoli-Milan

Adesso conosciamo i nomi delle prime due semifinaliste della Champions League 2022/2023: Milan e Real Madrid. I rossoneri hanno estromesso dalla competizione il Napoli con l’1-1 dello stadio Maradona (dopo aver vinto 1-0 al Meazza), mentre i blancos di Ancelotti hanno concesso il bis contro il Chelsea nel 2-0 di Stamford Bridge (2-0 anche al Bernabeu nel match di andata).

Napoli-Milan 1-1

Il Napoli parte a spron battuto e schiaccia il Milan nella propria trequarti campo, ma di occasioni vere non ne arrivano. I rossoneri tengono duro, anche se con affanno, e al primo affondo si costruiscono la più grande delle chance per sbloccare il risultato (minuto 21): accelerazione di Leao che si accentra e, poco dopo aver scaricato la sfera su Brahim Diaz, viene atterrato in area da Mario Rui. L’arbitro polacco Marciniak fischia subito il penalty, ma Giroud non è freddo e il suo sinistro incrociato viene respinto da Meret che respinge a due mani.

Al 27′ ci prova Zielinski con un destro che Maignan addomestica in due tempi, ma è ancora Meret dall’altra parte a salvare di piede sul mancino di Giroud poco prima del dischetto. Per il Napoli, scampato il pericolo, le brutte notizie arrivano da Politano e Mario Rui. Infatti entrambi, il primo per un problema alla caviglia e il portoghese per un fastidio muscolare, devono lasciare il campo a Lozano e Olivera (34′). E, come se non bastasse, al 43′ il Milan sblocca il punteggio: Ndombele perde palla al limite dell’area avversaria e il Milan riparte a grandissima velocità con Leao che salta Di Lorenzo, Rrahmani e apparecchia in area per Giroud che a porta vuota non può sbagliare. All’intervallo Milan avanti 1-0.

Il secondo tempo si apre senza ulteriori cambi, col Napoli all’attacco e Kvaratskhelia due volte pericoloso. Subito il georgiano dribbla Calabria e col destro mette alto sulla traversa. Stessa cosa al 58′, ma questa volta il numero 77 manda alto col sinistro. Poco dopo Pioli effettua il primo cambio, inserendo Messias per Brahim Diaz. I partenopei provano ad aumentare la pressione, ma anche il mancino di Lozano si perde alto. Al 63′ Spalletti inserisce Elmas per Ndombele, ma è Olivera a sprecare il pallone dell’1-1 mandando di testa a lato sugli sviluppi di un corner.

Pioli si gioca anche la seconda mossa al 68′, mandando in campo Origi per l’acciaccato Giroud. I padroni di casa provano a mettere molti cross nell’area milanista, ma senza grande fortuna. Ad un quarto d’ora dal termine Spalletti si gioca gli ultimi cambi, con Ostigard per Rrahmani non al meglio e Raspadori per Zielinski. E all’80’ arriva il secondo rigore di serata, questa volta per il Napoli con Tomori che intercetta con la mano un pallone rasoterra messo al centro da Di Lorenzo. Dal dischetto si presenta Kvaratskhelia ma il suo destro incrociato è intuito alla perfezione da Maignan che rispedisce al mittente la conclusione del georgiano. Il portiere francese è pronto anche al 92′ sul pallone scodellato a centro area da Kvaratskhelia e solo sfiorato da Ostigard. Ma nulla può al 93′: Raspadori dalla destra mette al centro dove Osimhen, da vero rapace, con un colpo di testa fa 1-1. Ma è troppo tardi per il Napoli, è il Milan a qualificarsi per le semifinali 16 anni dopo l’ultima volta.

Chelsea-Real Madrid 0-2

Carlo Ancelotti, allenatore Real Madrid

Il primo tempo di Stamford Bridge non regala gol, con un Real Madrid dunque ancora forte del 2-0 conquistato al Bernabeu. Il Chelsea in realtà ci prova e all’11’ si divora il gol che rimetterebbe in carreggiata i Blues: James arriva al cross da destra, Havertz non calcia ma il pallone resta all’altezza del dischetto, così arriva Kanté ma la sua conclusione termina sul fondo. I blancos comunque non stanno a guardare, sfiorando la rete prima col palo esterno di Rodrygo al 20′ e poi con Vinicius al 28′ fermato da Kepa.

Il portiere di casa salva su Modric anche poco più tardi, mentre dall’altra parte è Courtois a difendere lo 0-0 al 46′ con un intervento superlativo sul tiro a botta sicura di Cucurella. La ripresa si apre con Rudiger al posto di Alaba nel Real, ma quel che più conta per i blancos è il gol dello 0-1 al minuto 58: Rodrygo scappa via sulla destra e mette sul secondo palo un bel pallone, Vinicius controlla e ridà la sfera all’ex Santos, che dall’interno dell’area piccola non sbaglia. Un gol che spegne ogni velleità di rimonta degli inglesi, che l’anno prossimo guarderanno le coppe europee dal divano. Anzi all’80’ arriva anche il gol dello 0-2 degli spagnoli, ancora con Rodrygo. Per il Real di Carlo Ancelotti il viaggio continua, con l’obiettivo di difendere il titolo vinto a Parigi nel maggio dell’anno scorso.

Info Champions League 2022/2023

CALENDARIO E ACCOPPIAMENTI QUARTI DI FINALE

QUANDO SI GIOCANO LE SEMIFINALI?

CALENDARIO CHAMPIONS LEAGUE 2022/2023 SINO ALLA FINALE

Info autore

Lascia un commento


>>MIGLIORI BOOKMAKER NON AAMS