15 Luglio 2024
Home » Ultime notizie » Serie A, l’Inter infila la settima di fila: poker Milan ad Empoli, clamoroso ko del Napoli

Serie A, l’Inter infila la settima di fila: poker Milan ad Empoli, clamoroso ko del Napoli

gol Frank Kessie, Empoli-Milan

Dopo gli anticipi giocati martedì, la 19esima e ultima giornata del girone di andata in Serie A si è chiusa con i restanti sette match in questo mercoledì 22 dicembre. Negli ultimi due, giocati alle 20:45, il Napoli ha ceduto clamorosamente in casa 1-0 con lo Spezia, mentre il Milan è tornato a vincere nel 4-2 del Castellani sul campo dell’Empoli. Nelle tre sfide delle ore 18:30 invece, l’Inter capolista ha piegato 1-0 in casa il Torino con la rete di Dumfries. Finiscono invece 1-1 Roma-Sampdoria e Verona-Fiorentina. Ad aprire il turno, infine, le due partite delle 16:30 con i successi esterni di Lazio (3-1 a Venezia) e Bologna (3-0 sul campo del Sassuolo).

Napoli ko con lo Spezia, poker Milan

Il Napoli dunque ha perso la terza partita di fila in casa, cadendo clamorosamente per 1-0 contro lo Spezia. La prima frazione giocato al Maradona ha visto i partenopei fare tanto gioco e creare occasioni, chiudendolo però sotto 0-1 per la sfortunata autorete di Juan Jesus al minuto 38. Il secondo tempo è un assedio alla porta di Provedel, ma tra imprecisione e un pizzico di sfortuna si entra negli ultimi quindici minuti con i liguri sempre avanti di un gol. Gli assalti finali dei partenopei non portano però al pari, per un inaspettato stop casalingo.

Per il Milan invece successo importante per 4-2 in quel di Empoli, restando al secondo posto con 42 punti e a meno quattro dall’Inter capolista. Primo tempo che i rossoneri hanno chiuso avanti 2-1, pur senza brillare. Grande protagonista Kessié, schierato nel ruolo di trequartista al posto di Brahim Diaz, e autore di una doppietta con le reti segnate al 12′ e al 42′. In mezzo il momentaneo pari toscano con Bajrami al 18′. Nella ripresa, dopo una clamorosa traversa colpita da Bajrami, i rossoneri hanno allungato definitivamente con la punizione di Florenzi al 63′ e il quarto gol di Theo Hernandez al 68′. Nel finale, all’84’, Pinamonti su calcio di rigore ha siglato il 2-4 finale.

L’Inter non si ferma, pareggiano Roma e Fiorentina

L’Inter si conferma saldamente in vetta alla classifica con 46 punti, infilando la settima vittoria consecutiva nell’1-0 del Meazza contro il Torino. Un match comunque difficile ed equilibrato, con i granata sempre in partita e piegati dalla rete di Dumfries alla mezz’ora del primo tempo. Il tecnico dei nerazzurri, Simone Inzaghi, ha così parlato a fine match:

“Sarà un lungo viaggio, il percorso sarà piena di insidie. Noi tra squalifiche e infortuni abbiamo pagato, ma per un allenatore è importante vedere sempre ottime risposte e le ho sempre avute. Sono orgoglioso. Il grande obiettivo iniziale era ottenere l’ottavo di Champions e finire quantomeno tra le prime quattro in classifica. Questo mi hanno chiesto e io ho grande fiducia dopo questo ottimo girone di andata. Non dimentichiamo poi che avremo la Supercoppa e la Champions a febbraio con tante gare ravvicinate. Ripeto, è ancora lunga”.

gol Dumfries, Inter-Torino

Nelle altre due sfide delle ore 18:30, sono arrivati due pareggi per 1-1. All’Olimpico quello tra Roma e Sampdoria che si è deciso nel secondo tempo: vantaggio giallorosso al 72’ con Shomurodov e pareggio blucerchiato a firma Gabbiadini all’80’. Invece al Bentegodi pari tra Verona e Fiorentina, con una rete per tempo: vantaggio degli scaligeri con Lasagna al 16’ del primo tempo e pari viola con Castrovilli nella ripresa al minuto 82. In casa toscana è poi già anche tempo di mercato, dato che il tecnico Vincenzo Italiano ha annunciato l’arrivo di Ikoné dal Lilla: “Ikoné è un ragazzo forte, ha militato in una squadra francese che ha fatto campionati strepitosi. Si aggiunge ai quattro esterni che abbiamo, mi auguro si ambienti subito: ha qualità, sapete quanto ci tengo che davanti ci si muova bene. Penso che lui abbia nelle corde tutto ciò”.

Vincono Lazio e Bologna

La Lazio dà continuità al successo col Genoa, vincendo per 3-1 anche sul campo del Venezia. Dopo un primo tempo chiuso sull’1-1 con le reti di Pedro e Forte, i biancocelesti sono tornati in vantaggio ad inizio ripresa con Acerbi e chiudendo i conti al 94’ con Luis Alberto. A fine match le parole di Maurizio Sarri, anche sull’ormai probabile rinnovo di contratto: “Soprattutto nel primo tempo questa squadra è stata la più vicina alle mie idee. Peccato per aver chiuso la frazione in parità ma sono contento che siamo riusciti a metterla a posto. Il rinnovo? Non lo so, se mi arriva lo firmo (ride, ndr). Devo sentire il mio avvocato, ma giorni prima di una partita non parlo di queste cose”.

Bella vittoria in trasferta anche per il Bologna, grazie al netto e autoritario 3-0 conquistato al Mapei Stadium contro il Sassuolo. I felsinei, che venivano da tre ko di fila, hanno interpretato bene la sfida, piazzando nel finale di primo tempo l’uno-due micidiale con Orsolini e Hickey. Nella ripresa contenuto bene il tentativo di rimonta dei neroverdi, siglando al 94’ il tris con Santander. Le parole di Mihajlovic a fine partita. “Abbiamo vinto meritatamente, gestendo bene la gara dopo i primi 10 minuti di sofferenza. Non a caso abbiamo vinto 3-0. Avevo detto ai ragazzi che era come una finale, eravamo per la prima volta dopo mesi nella parte destra della classifica e oggi dovevamo vincere a tutti i costi per tornare nella parte sinistra.”

Ti può interessare

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2021/2022

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

Info autore

Lascia un commento


>>MIGLIORI BOOKMAKER NON AAMS