Home » Ultime notizie » Milan, Gattuso: ‘Bakayoko come Desailly. L’emergenza ci ha ricompattato’

Milan, Gattuso: ‘Bakayoko come Desailly. L’emergenza ci ha ricompattato’

Vittoria importante quella ottenuta quest’oggi dal Milan nel lunch match contro il Parma. Una gara che si era messa in salita per i rossoneri, andati in svantaggio per la rete di Inglese, con il pari siglato poi da Cutrone e il gol vittoria messo a segno da Kessié su calcio di rigore. Grazie a questo successo la squadra di Gattuso sale momentaneamente al quarto posto in classifica a 25 punti, a più due sulla Lazio quinta, che alle 18 sarà impegnata contro il Chievo Verona al Bentegodi. Il Parma, invece, resta a quota 20 punti, ancora in piena lotta per un piazzamento europeo.

Milan-Parma, il commento di Gattuso

Il tecnico del Milan, Gennaro Gattuso, ha commentato la vittoria ottenuta quest’oggi contro il Parma in conferenza stampa. Queste le sue parole:

Vittoria che vale il quarto posto: “Godiamoci questa vittoria. Consiglio i miei giocatori di non guardare la classifica, ma non era facile vincere contro il Parma perché loro hanno delle schegge, siamo stati bravi a gestirli. Abbiamo fatto una grandissima partita e non era facile, sia mentale che fisica”.

Bakayoko come Desailly: “La sorpresa più grande è a livello tattico, in così poco tempo. Ha creduto fortemente in quello che gli facciamo vedere, speriamo che continui così, mi sembrava di vedere Desailly, forse anche più bravo tecnicamente”.

Su Abate: “Sono felice per Ignazio, è stato anche un mio compagno di squadra, è sempre stato disponibile nei momenti difficili. Lui mi ha dato una grandissima mano, la cosa bella è vedere che in un ruolo nuovo ha dato spirito e motivazioni. Ha giocato molto attento, ero preoccupato a giocare a 4”.

Borini: “La scelta di mettere Borini è perché volevo entrare in zona centrale. Se giochi 433, se non si accentra Suso, non andiamo dentro. Fabio è stato bravo, mentre Cutrone allungava, sviluppavamo a muro. Il gioco è stato più fluido e più veloce”.

Le qualità del Parma: “Ho fatto i complimenti al Parma, sono giocatori funzionali ed è stata costruita bene la squadra. Mi piace come tiene il campo, mi piace l’interpretazione della gara. E’ una squadra che sa ciò che deve fare in campo. Molto difficile da affrontare, siamo stati bravi a non farci giocare a campo aperto”.

L’emergenza infortuni

Gattuso in conferenza stampa ha fatto riferimento ai tanti infortuni, sottolineando come l’emergenza abbia ricompattato la squadra:

“Due settimane fa vi dissi che per la prima volta da quando alleno il Milan ho visto sguardi diversi. L’emergenza ci ha ricompattato, abbiamo fatto qualcosa in più, abbiamo cambiato tanti moduli e se oggi non hai la disponibilità di ogni ragazzo si fa fatica. E’ merito loro. Un altro aspetto è che la squadra corre, a livello fisico corriamo e abbiamo una marcia in più. La nostra condizione fisica ci sta aiutando, le nostre corse e di come teniamo il campo”.

Sul modulo: “Crei più occasioni, lavori di più con le catene. Quando giochi con Cutrone lui non aspetta, è uno istintivo. Fa parte delle sue caratteristiche. Invece il Pipita si muove sempre all’ultimo, al contrario di Cutrone. Con il 433 si sviluppa meglio l’azione ma poi si fa fatica a essere concreti in attacco”.

L’impiego di Castillejo: “Ci ho parlato prima, meriterebbe molto più spazio. Non deve mollare di una virgola, sono io il difettoso e non lui. Sto sbagliando io e non lui, devo fare delle scelte, deve pensare solo a lavorare. Non deve pensare quanto è stronzo l’allenatore che mi ha fatto giocare solo sei minuti. Meriterebbe di giocare di più”.

L’INTERVISTA ALL’AGENTE DI BAKAYOKO

LE ULTIME NOTIZIE SUL MILAN

Info autore

Lascia un commento