Home » Ultime notizie » Sci, brutto infortunio per Johanna Schnarf: già operata negli USA

Sci, brutto infortunio per Johanna Schnarf: già operata negli USA

Non si può certo dire che la stagione per lo sci italiano, versante femminile, sia iniziata nel migliore dei modi. Prima è arrivato l’infortunio di Sofia Goggia, lo scorso 19 ottobre. Per lei frattura del malleolo peroneale destro, con tempi di recupero che saranno di circa tre mesi. La campionessa olimpica di discesa femminile era caduta nel corso di una manche di gigante nella pista austriaca di Hintertux. Ma nelle scorse ore, una sorte simile e anche più grave, è capitata a Johanna Schnarf.

Infortunio Schnarf e tempi di recupero

L’azzurra, 34enne di Valdaora, ha rimediato un brutto infortunio nel corso dell’allenamento a Copper Mountain, in Colorado, negli Stati Uniti. La caduta gli ha procurato la frattura scomposta di tibia e perone della gamba sinistra. Ecco quanto riportato direttamente dal sito ufficiale della Fisi:

“Brutto incidente per Johanna Schnarf, 34enne finanziera di Valdaora, velocista di punta della Nazionale femminile. Ieri, durante un allenamento di gigante a Copper Mountain, Schnarf è caduta, procurandosi la frattura scomposta di tibia e perone della gamba sinistra. La sfortunata Azzurra è già stata operata, nella notte italiana, presso l’ospedale di Vail, che è rimasto in stretto contatto con la Commissione Medica FISI per tutta la durata dell’intervento.Ora Johanna rimarrà qualche giorno in degenza presso il nosocomio americano, prima di rientrare in Italia ed essere sottoposta ai controlli post operatori.”

La Nazionale azzurra in questi giorni si sta allenando negli Stati Uniti per preparare le tappe di Coppa del Mondo in Nordamerica. Oltre alla Schnarf, sono presenti Federica Brignone, Elena Curtoni, Francesca Marsaglia, Johanna Schnarf, Nadia Fanchini, Elena Fanchini, Nicol Delago e Anna Hofer, impegnate negli allenamenti di slalom gigante.

TI POTREBBE INTERESSARE…

Scommetti sullo sport? Scopri i migliori bookmakers aams e non aams

Info autore

Lascia un commento