Home » Ultime notizie » Milan, giudice sportivo: 2 giornate di squalifica per Higuain, le motivazioni

Milan, giudice sportivo: 2 giornate di squalifica per Higuain, le motivazioni

C’era attesa per la sentenza del Giudice Sportivo riguardo il comportamento e la conseguente espulsione subita da Gonzalo Higuain nel finale di Milan-Juventus. Ebbene l’argentino è stato squalificato per due giornate, con l’attaccante argentino che salterà dunque Lazio-Milan e Milan-Parma. Una tegola pesante per Gennaro Gattuso, già costretto a fare gli straordinari, tra infortuni e problemi fisici, per mettere in campo una formazione competitiva

Higuain squalificato, la motivazione

La motivazione dei due turni di stop è la seguente: “Proteste nei confronti degli Ufficiali di gara (Terza sanzione); per condotta gravemente irriguardosa nei confronti del Direttore di gara, essendosi avvicinato al medesimo, all’atto dell’ammonizione per proteste al 38° del secondo tempo, in modo scomposto e minaccioso, e avendo reiterato platealmente le proteste al momento dell’allontanamento dal terreno di giuoco”. Il Pipita sarà dunque costretto a saltare le sfide contro Lazio e Parma, in programma rispettivamente il 25 novembre e il 2 dicembre.

Secondo quanto raccolto da milannews.it, il Milan dovrebbe però presentare ricorso contro la squalifica di due giornate inflitta dal Giudice Sportivo a Higuain. Se in un primo momento l’idea era quella contraria, perché nel referto di Mazzoleni e dei suoi assistenti non sono presenti tracce di insulti, l’intenzione del club rossonero è mutata. L’obiettivo è quello di rimetterlo a disposizione di Gattuso per la sfida contro il Parma.

Le altre decisioni del Giudice Sportivo

Per quanto riguarda gli altri squalificati dal Giudice Gerardo Mastrandrea in merito alle partite giocate nella 12esima giornata di Serie A, una giornata di squalifica per Marcelo Brozovic dell’Inter, espulso durante il match contro l’Atalanta. Sempre un turno anche per Karol Linetty della Sampdoria e Tomas Rincon del Torino, diffidati e ammoniti nei match contro Roma e Parma. Nessun provvedimento invece per il terzino serbo Aleksandar Kolarov, per le presunte bestemmie pronunciate durante la partita tra Roma e Sampdoria.

Infine una giornata di squalifica è stata inflitta a Beppe Iachini dopo la gara tra Empoli e Udinese. Questa la decisione del giudice sportivo di Serie A che ha motivato: “per avere, al 45° del secondo tempo, proferito un’espressione blasfema in occasione di una sostituzione; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale”.

TI POTREBBE INTERESSARE…

Scommetti sul calcio? Scopri i migliori bookmakers aams e non aams

Higuain chiede scusa dopo Milan-Juventus

Info autore

Lascia un commento