Home » Fenati, addio ferramenta: il pilota ascolano tornerà a correre in Moto3

Fenati, addio ferramenta: il pilota ascolano tornerà a correre in Moto3

Lo scorso settembre, nel corso della gara di Moto2 che si stata correndo a Misano, Romano Fenati si è reso protagonista di una vera e propria follia. Il pilota ascolano, infatti, mentre si trovava al fianco di Stefano Manzi – con il quale nel corso della gara c’erano stati diversi duelli piuttosto accesi – ha perso la testa ed ha ‘pinzato’ il freno della moto di Manzi che in quel momento viaggiava alla velocità di 250 km/h. Si è trattato di un gesto davvero sconsiderato, con Fenati che ha messo in grave pericolo la sua incolumità e, soprattutto, quella di Manzi.

Fenati e il doppio licenziamento

Dopo la ‘pinzata’ al freno di Manzi, a Fenati era stata esposta la bandiera nera e, successivamente, era stato squalificato per 2 Gran premi dalla FIM. Da più parti, in quel momento, erano arrivate proteste per una squalifica che sembrava davvero troppo ‘leggera’ in relazione alla gravità del gesto del quale si era reso protagonista il pilota ascolano. In un secondo momento, infatti, per Fenati è arrivata la squalifica fino al 31 dicembre 2018, oltre alla sospensione della licenza di guida fino al 21 febbraio 2019, poi patteggiata.
Per il giovane pilota sono scattati anche due licenziamenti. Prima dal team Marinelli Snipers, con il quale era sotto contratto al momento del ‘fattaccio’. Poi dal Forward MV Agusta, con cui aveva stretto un accordo per il 2019.

Fenati e il nuovo inizio: torna a correre in Moto3

In seguito a quanto accaduto, Fenati aveva dichiarato – nel corso di un’intervista concessa ai microfoni de ‘La Repubblica’ –  di aver intenzione di chiudere la sua carriera sulle moto: “Torno in ferramenta, non correrò più. Non è più il mio mondo. Troppa ingiustizia. Ho sbagliato, è vero: chiedo scusa a tutti. Però volete vedere il mio casco e la tuta? C’è una lunga striscia nera: la gomma di Manzi. Mi ha attaccato tre volte e anche lui avrebbe potuto uccidermi, come dite voi. L’ultima volta lo aveva fatto 500 metri prima, allora ho pensato: adesso faccio lo stesso, ti dimostro che posso essere ‘cattivo’ come te. E magari finalmente capirai cosa significa. Però non ho mai pensato di fargli male, giuro“.

Dunque, dopo aver rischiato seriamente la radiazione a vita, al pilota ascolano, però, è stata concessa un’altra possibilità. A farlo è stato proprio il team Marinelli Snipers che in un primo momento l’aveva licenziato. Fenati, infatti, è stato ingaggiato nuovamente e prenderà parte al Mondiale del 2019 in Moto3. Da un lato, dunque, si tratterà di un passo indietro per lui che, fino alla follia di Misano, correva in Moto2. Dall’altro, però, sarà un nuovo inizio. Una nuova chance concessa a chi immaginava di aver chiuso per sempre con il mondo dell due ruote.

TI POTREBBE INTERESSARE…

Scommetti sulla MotoGP? Scopri i migliori bookmakers aams e non aams

Il folle gesto di Fenati a Misano: ecco la ‘pinzata’ a Manzi

Info autore

Lascia un commento